Oppo svela la storia di Find X5 Pro

OPPO, tra le aziende leader al mondo nel settore degli smart device, svela come i propri designer e ingegneri abbiano lavorato instancabilmente per superare i limiti, innovare e inseguire la perfezione, dispositivo dopo dispositivo, al fine di realizzare smartphone dotati di funzionalità e caratteristiche mai viste prima, anche nel design e nel display. Ne sono una dimostrazione l’estetica futuristica e il display di ultima generazione di Find X5 Pro, il flagship simbolo del pionierismo ingegneristico di OPPO.

Un design futuristico

Disponibile in una scocca ultraresistente realizzata in vera ceramica, OPPO Find X5 Pro presenta un corpo curvo, che avvolge elegantemente la fotocamera, dando vita a un design innovativo che ricorda la forma di un vulcano, consentendo a questo smartphone di distinguersi dalla concorrenza.

La scocca in ceramica di Find X5 Pro è realizzata con un materiale microcristallino, che viene calcinato a una temperatura di 1.000 gradi, per creare una texture che riduce le impronte digitali ed è due volte più resistente del vetro, con una dissipazione del calore doppia. Tuttavia, proprio a causa della sua resistenza, la ceramica è un materiale molto difficile da lavorare e proprio per questo all’inizio sembrava impossibile riuscire a creare un design preciso e uniforme.

Per raggiungere il risultato sperato, gli ingegneri di OPPO hanno dovuto superare alcuni ostacoli cruciali e ci sono voluti sei mesi di Ricerca e Sviluppo nel processo di stampaggio, lavorazione e lucidatura. Utilizzando i metodi di produzione esistenti si otteneva infatti un gradiente di curvatura meno uniforme tra la copertura posteriore in ceramica e l’alloggiamento della fotocamera. Per ovviare a questo problema, gli ingegneri hanno implementato un metodo di lavorazione più preciso, utilizzando due lame disposte con un angolo di 90 gradi. Se da un lato questo ha migliorato l’accuratezza del prodotto finale, dall’altro è comparso un nuovo problema: una linea di taglio a bordi dritti che circondava i lati della scocca in ceramica, insieme ai segni di taglio visibili delle lame della macchina.

La soluzione è stata la creazione di un processo di lucidatura dei bordi completamente nuovo, suddiviso in più fasi, utilizzando una macchina per la lucidatura a quattro assi mai usata prima, che utilizza polvere di diamante a livello di micron. Il risultato finale? Una copertura posteriore in ceramica di qualità superiore perfettamente lavorata che richiede cinque giorni interi di produzione, con un rendimento del 97% rispetto all’87%.

Inoltre, uno dei principali problemi cui vanno incontro gli smartphone a livello di design è spesso rappresentato dalle soluzioni per l’alloggiamento della fotocamera. La maggior parte presenta infatti antiestetiche protuberanze in rilievo. Find X5 Pro ha ovviato a questo problema fondendo perfettamente la fotocamera con il resto dello smartphone, ma andando incontro a un altro intoppo, quello di dover integrare gli obiettivi nell’alloggiamento stesso, senza che vi fossero sporgenze.

Rimuovere l’anello dell’obiettivo della fotocamera per ottenere un aspetto più pulito significa che l’obiettivo stesso deve essere posizionato con precisione, in modo da non essere né troppo alto né troppo basso. Se è troppo alto, l’obiettivo è vulnerabile ai danni. Se è troppo basso, si perderà la sensazione di fluidità. Per ovviare a questo problema, i copribatteria in ceramica sono stati divisi in tre gruppi in base alle loro variazioni di spessore incredibilmente piccole. Anche i tre obiettivi di Find X5 Pro sono stati raggruppati in base al loro spessore e poi abbinati al coperchio in ceramica più vicino per raggiungere la profondità perfetta e precisa nell’alloggiamento della fotocamera. Essendoci tre obiettivi da prendere in considerazione e quindi 27 combinazioni in totale, OPPO ha investito milioni di euro per sviluppare un’apparecchiatura in grado di raggruppare automaticamente gli obiettivi e le coperture posteriori.

Un display dai colori fedeli e vibranti

Le innovazioni di OPPO non si esauriscono solo con il design. Find X5 Pro, infatti, vanta un display all’avanguardia di ultima generazione: il display Bionic da 1 miliardo di colori, caratterizzato da una frequenza di aggiornamento a 120Hz con calibrazione del colore a luminosità multipla, oscuramento bionico a 8192 livelli e supporto HDR10+.

In questa nuova generazione della serie Find, OPPO si è concentrata sia sulla qualità del display sia sul modo in cui l’occhio umano vede e percepisce le immagini, dando vita a un display capace di adattarsi ai diversi ambienti di utilizzo. La visione della realtà è infatti in continuo cambiamento, influenzata dalle variazioni di colore e dall’intensità dell’illuminazione ambientale, ma Find X5 Pro è in grado di modificarne la riproduzione per adattarla ai diversi contesti.

Inoltre, la tecnologia innovativa di Find X5 Pro permette anche di adattare i colori al tipo di contenuto che viene visualizzato, esaltando gli elementi principali di ogni immagine. Find X5 Pro seleziona attentamente i colori per offrire un equilibrio ottimale di vivacità a precisione e il suo display AMOLED da 6,7 pollici è in grado di fornire una copertura del 100% dello spazio colore DCI-P3, oltre a garantire una perfetta calibrazione. Find X5 Pro, infatti, ha ricevuto la valutazione DisplayMate A+, uno dei più alti riconoscimenti nel mondo mobile.

OPPO Find X5 Pro offre anche una calibrazione del colore a luminosità multipla. Infatti, la maggior parte degli smartphone, anche quelli con un display di qualità eccellente, è progettata per dare il meglio di sé solo a un determinato livello di luminosità. Find X5 Pro, invece, è ottimizzato per ottenere sempre le massime prestazioni in base alla potenza del display, sia all’interno che all’esterno, offrendo una calibrazione perfetta.

Find X5 Pro è in grado di variare la luminosità dello schermo anche in base ai contesti di utilizzo e alle necessità. Il display, infatti, può garantire una luminosità di picco di 1300 nits, sufficiente a contrastare le giornate in cui la luce tende a ridurre la visibilità dello schermo, mentre può abbassare la luminosità fino a 20 nits negli ambienti bui, in cui l’eccessiva luminosità dello schermo potrebbe causare fastidi alla vista. Find X5 Pro è inoltre dotato del filtro per la luce blu che riduce la quantità di luce blu emessa dallo schermo e dispone di 12 modalità di regolazione della luminosità, facendo in modo che sia sempre omogenea, coerente e gradevole agli occhi in tutte le condizioni.

Inoltre, la frequenza di aggiornamento dinamica di Find X5 Pro rende questo device ancora più performante. Può scendere fino a 1Hz per i contenuti statici, aggiornando i pixel solo una volta al secondo, oppure scegliere di utilizzare i 60Hz o i 120Hz in base al tipo di applicazione e allo sforzo richiesto. La variazione della frequenza di aggiornamento è una funzione essenziale anche per risparmiare il livello di batteria dello smartphone durante quelle operazioni che non richiedono la frequenza massima.  Una bassa frequenza di aggiornamento, infatti, riduce il consumo energetico.

Infine, OPPO Find X5 Pro supporta il video HDR10+ e, anche quando il contenuto non è disponibile in HDR, il sistema avanzato di Find X5 Pro consente di riprodurlo in questa risoluzione.

Dispositivi come Find X5 Pro sono quindi l’incarnazione del duro lavoro, della dedizione e delle innumerevoli ore trascorse alla ricerca del miglior prodotto possibile, stabilendo nuovi standard nel mondo degli smartphone sia in termini di design sia di display e rivoluzionando il settore mobile.

Lascia un commento