Recensione Huawei P50 Pocket Premium Edition

Lo stile secondo Huawei

Il colosso cinese dopo un periodo di “pausa” dovuto alle note vicende delle quali tutti sono a conoscenza procede con il graduale rientro nel mercato occidentale, proponendo dispositivi come sempre particolari ed innovativi.

Dopo Nova 9, Nova 9 SE, Nova 8i, dispositivi di fascia media che abbiamo testato in precedenza, ed il top di gamma P50 Pro, tocca ora al più bello e particolare della nuova linea 2022, Huawei P50 Pocket, primo terminale pieghevole della casa madre con un design a conchiglia, capace di attirare le attenzioni sia degli appassionati di tecnologia che di quelli di stile e raffinatezza.

HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 

Pro 

  • Qualità costruttiva top
  • Peso e dimensioni
  • Autonomia e ricezione
  • Design coraggioso e personale
  • Ottime fotocamere principali
  • Emui 12 e AppGallery maturi
  • Ottimo display pieghevole
  • Ricarica rapida 40W

Contro 

  • Prezzo elevato
  • No 5G
  • Nessuna certificazione IP
  • Fotocamera selfie sottotono
  • No zoom ottico

CONFEZIONE HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 9.0

Il box di vendita ci dà già l’idea di avere per le mani un qualcosa di diverso dal solito ed esclusivo.

È un cartonato bianco di dimensioni nettamente superiori a quelle alle quali ci hanno abituato i costruttori di smartphone, con una texture al suo esterno che riprende quella presente sul terminale, cosi come il colore della stessa color oro.

Al suo interno troveremo :

  • Smartphone
  • Carica batterie rapido da 40W
  • Cavo dati Usb Type C
  • Cover protettiva ( non presente nel sample fornito per il test )
  • Manualistica 

Dotazione in linea con l’esclusività ed il prezzo di P50 Pocket, cosa non scontata visto quello che propongono numerosi competitor in terminali premium ( il solo cavo dati … )

COSTRUZIONE ED ERGONOMIA HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 8.5

Huawei P50 Pocket è un device costruito con ancora più cura nei dettagli di quanto Huawei ci abbia piacevolmente abituati nei precedenti prodotti immessi nel mercato.

È uno smartphone pieghevole con forma a conchiglia, che ricorda i vecchi cellulari anni 90 che hanno fatto la storia del mobile. 

Il telaio è costituito da due parti divise in metallo, che si incontrano sfruttando la cerniera centrale. La cover esterna, sia anteriore che posteriore, è in vetro.

Il lavoro di ingegnerizzazione di Huawei per la realizzazione della cerniera è notevole, e pari solo a quella meravigliosa vista precedentemente su Oppo Find N. il display quindi si piega perfettamente su se stesso evitando quel fastidioso spazio presente per esempio sul competitor Samsung Z Flip 3, che oltre a influire negativamente sul design del terminale e sul suo spessore da chiuso, consente a polvere e o granelli vari di infiltrarsi nello stesso, con conseguenti rischi di graffi e danni.

La solidità quindi della cerniera è un pregio in termini di qualità percepita e di utilizzo dello smartphone da aperto o chiuso, mentre risulta un leggermente un fastidio quando lo si pone a 45 o 120 gradi, ponendo una sorta di opposizione. Poco male, perché a nostro avviso i vantaggi della solidità su un dispositivo a conchiglia sono basilari.

Le sue dimensioni sono di 75x87x15.2 mm da chiuso, mentre da aperto sono di 170×75.5×7.2 mm. Il suo peso è invece di 190 grammi.

Avremo quindi un terminale compatto e maneggevole da chiuso, ampio e fruibile da aperto, con un peso perfettamente bilanciato nelle due sezioni dello stesso. Ottimo lavoro.

Nella parte superiore del frame sono presenti sul lato destro il carrello dual nano sim, mentre su quello sinistro il bilanciere volume ed il tasto on/off con fingerprint annesso. La parte inferiore comprende la porta Usb Type C e il dual speaker. Sul retro c’è la cerniera, con ampia scritta Huawei in bella vista.

La parte frontale da chiuso di Huawei P50 Pocket Premium Edition è caratterizzata da due ampi cerchi, uno dedicato al display da 1.04 pollici di diagonale e l’altro comprendente il comparto cam principale, leggermente sporgente che ha al suo interno i tre sensori cam e il flash led.

Stilisticamente Huawei P50 Pocket Premium Edition è uno smartphone con carattere e oseremo dire anche coraggioso, perché il suo design è estremo. O piace o no, senza mezzi termini.

Partendo dal colore, uno sfarzoso gold lucido, vistoso e scintillante, cosi come tendente a ditate, caratterizzato da una texture in rilievo realizzata dal designer Iris Van Herpen.

Di certo non passa inosservato, ed è oggetto di commenti che possono essere soggettivi e variare dai gusti e dal carattere delle persone che lo notano. Secondo la nostra redazione sia la forma che il colore è gradevole, mentre la texture è meno adatta ai gusti degli utenti occidentali, ma ripetiamo sono pareri personali e del tutto soggettivi.

Prosegue invece il design dei “cerchi “ inaugurato su Nova 9, e presente anche nel fratello P50 Pro, che riscuote senza discussioni pareri positivi ed è capace di distinguersi da tutti gli altri smartphone sempre e noiosamente simili.

Huawei P50 Pocket Premium Edition è quindi uno smartphone compatto e maneggevole da chiuso, fruibile e versatile da aperto, non ingombrante grazie a peso bilanciato, angoli smussati e sottigliezza estrema. Costruito con materiali nobili e dotato di un design che tutto è tranne che impersonale, con l’unica pecca dell’assenza di certificazioni IP, anche se visto la tipologia di dispositivo e la sua destinazione di utilizzo non reputiamo basilare.

DISPLAY HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 8.5

Huawei P50 Pocket Premium Edition monta un display principale pieghevole da 6.9 pollici di diagonale, tecnologia OLED e risoluzione FHD+, refresh rate 120 Hz e 442 ppi di densità, mentre quello secondario  circolare esterno è un 1.04 pollici OLED con risoluzione 1340×340 e 328 ppi di densità.

Come da tradizione Huawei questo P50 Pocket Premium Edition è dotato di un pannello di qualità, capace di rendere al meglio in ogni situazione di luminosità e di angolazione, con colori sempre fedeli, neri profondi, colori ben contrastati e bianchi bilanciati.

Ma in un terminale pieghevole, come già il nome lo sottolinea, la cosa più importante in merito al display è proprio la piega stessa, caratteristica che incuriosisce gli utenti sempre attenti a sottolineare se è notabile o no, ed in che misura.

Partendo dal presupposto che è fisicamente impossibile nascondere la famigerata piega, Huawei comunque è riuscita mascherarne il più possibile l’impatto sull’utilizzo quotidiano. Infatti questa è presente al centro del display, ma la si nota solo o a schermo spento o comunque, da acceso, solo in determinate angolazioni, oltre che passandoci il dito sopra, ma in ogni caso non ne infastidisce l’esperienza.

Presenti tutte le impostazioni tipiche delle Emui 12 per settarlo secondo le proprie esigenze, così come Always On che in questo caso serve a poco, avendo a disposizione il display esterno che seppur piccolo svolge perfettamente la funzione di lettura notifiche, selfie cam e widget basilari come meteo, musica, ecc…

Un ottimo display, con una piega non invasiva come in altri noti competitor ed in linea con un dispositivo importante come quello che è P50 Pocket Premium Edition.

HARDWARE HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 8.0

Scheda tecnica Huawei P50 Pocket Premium Edition

  • Dimensioni: 75x87x15.2 mm ( chiuso ) 170×75.5×7.2 mm ( aperto )
  • Peso: 190 grammi
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 888G 4G 2.4 Ghz Adreno 660 (5 nm)
  • Memoria:
    • RAM: 12 GB LPDDR5
    • ROM: 512 GB UFS 3.1 + micro sd
  • Reti: 4G Dual SIM (Dual Nano Sim)
  • Connettività:
    • NFC
    • Bluetooth 5.2
    • WiFi 6 a/b/g/n/ac
    • GPS + GLONASS
  • Display: 6,90″  OLED FHD+, 120 Hz esterno 1.04 OLED 340×340
  • Fotocamere:
    • Primaria da 40 MP f/1,8 Ois  PDAF Laser AF 
    • Ultra grandangolare da 13 MP: f/2.2
    • UltraSpectrum 32 MP f/1.8 
    • Anteriore: 10.7 MP: f/2.2 wide AF
  • Batteria:
    • 4.000 mAh
    • Ricarica con cavo 40W

Huawei P50 Pocket Premium Edition è un top di gamma a tutti gli effetti, che non vuole e non può ( visto il collocamento di mercato ) rinunciare a nulla o quasi.

Il processore utilizzato è lo stesso presente nel fratello P50 Pro, il performante è collaudato Snapdragon 888 con processo produttivo a 5 nanometri, mentre le memorie sono 12 Gb Ram DDR5 e 512 Gb Rom UFS 3.1 espandibili tramite card all’occorrenza rinunciando alla seconda sim, il meglio del meglio che in questo momento possiamo desiderare, che permettono al vistoso pieghevole di spingere al massimo in qualsiasi tipologia di utilizzo, anche estremo come gaming e multitasking, senza la minima percezione di difficoltà o rallentamento.

Ottimo quindi come sempre il feeling che il proprietario ha nell’aprire numerose applicazioni o nell’effettuare più operazioni contemporaneamente, al pari del suo fratello sopra citato.

Il processore tende solo leggermente a scaldare lo smartphone nella sua parte superiore solo in condizioni di utilizzo continuativo e stressante, ma nulla che può implicare difficoltà o problematiche varie. Questo purtroppo è un limite più di Qualcomm che di Huawei, perché tutti i dispositivi che montano l’ottimo Snapdragon 888 più o meno ne soffrono.

Rimanendo in tema di analogie, anche il P50 Pocket Premium Edition come il P50 Pro e per le note vicende politico economiche non presenta la connettività 5G, che su un terminale premium purtroppo è una mancanza che al netto dell’effettiva utilità nel nostro paese ( quasi nulla ) pesa, più per un discorso di “ immagine “ che per quello funzionale.

Detto ciò, doverosamente, il pieghevole Huawei è completo di tutto quello che un terminale esclusivo dovrebbe avere, come il supporto dual sim, WiFi 6.0, Bluetooth 5.2, NFC, GPS Glonass, Usb Type C 2.0.

Molto buono anche l’audio stereo, sprigionato dallo speaker posizionato nella parte bassa della scocca e da quello al di sopra del display. La qualità è molto buona, mentre il volume solo nella norma ; ovviamente quando i contenuti musicali verranno riprodotti a terminale chiuso la resa sarà nettamente inferiore poiché uno dei due speaker sarà chiuso dal display stesso. Manca per motivi di spazio giustificati il jack audio da 3.5 mm.

Un terminale premium quindi anche per ciò che concerne la dotazione tecnologica, completa e di livello elevato.

SOFTWARE HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 8.0

Huawei P50 Pocket Premium Edition è dotato di EMUI 12.0.1 basata su Android 11 con patch di sicurezza aggiornate a Marzo 2022.

Il software e l’interfaccia grafica è la stessa che abbiamo apprezzato su P50 Pro, con una cresciuta costante ed esponenziale di tutto l’ecosistema che Huawei ha introdotto nella sua “seconda vita”.

Huawei mette a disposizione un’interfaccia grafica sempre più snella e funzionale, con sezioni razionali e ben posizionate e tutta una serie di personalizzazioni che dai temi ai font consentono all’utente finale di creare un’interazione a proprio piacimento.

Non sono presenti i servizi Google e GMS, ma sono stati sostituiti da Huawei con AppGallery e HMS, servizi alternativi a quelli di Big G che ne fanno sentire sempre meno la mancanza.

AppGallery nello specifico è uno store completo di tutto ciò del quale un utente medio necessita, e qualora non ci fosse ancora una precisa applicazione gli store alternativi come APK Pure o Aurora Store permettono di scaricare direttamente APK che vengono preventivamente filtrati dal sistema operativo che ne individua eventuali virus o malware.

Uniche differenze rispetto a OS visto e recensito QUI su P50 Pro sono la gestione della privacy e le personalizzazioni del display esterno.

È presente la possibilità di disabilitare a smartphone chiuso fotocamere, posizione e microfono appunto per tutelare al massimo la privacy nella fase di stand by dello smartphone; queste verranno automaticamente riabilitate quando si andrà a riaprire il display, ovvero nella fase di utilizzo.

La strada intrapresa da Huawei è difficoltosa e necessita di tempo, ma ora EMUI nella sua versione 12 è alla portata di quasi tutti gli utenti, avendo egregiamente sostituito i servizi Google con quelli proprietari Huawei.

FOTOCAMERA HAUWEI P50 POCKET PREMIUMEDITION : Voto

  • Fotocamere:
    • Primaria da 40 MP f/1,8 Ois  PDAF Laser AF 
    • Ultra grandangolare da 13 MP: f/2.2
    • UltraSpectrum 32 MP f/1.8 
    • Anteriore: 10.7 MP: f/2.2 wide AF

Huawei P50 Pocket è dotato di un sensore primario da 40MP stabilizzato, di giorno e nelle macro la qualità è ottima, anche lo zoom fino a 5x ci consente di avere un buon dettaglio, la grandangolare non ha alcuna distorsione, di sera notiamo un leggero rumore digitale, accentuato nella grandangolare, scatto in cui il tempo di esposizione è stato piuttosto lungo, il video in 4k 60fps è molto fluido e ben definito, nel complesso una fotocamera di livello.

AUTONOMIA E RICEZIONE HUAWEI P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 9.0

La batteria integrata, divisa su due sezioni, montata su P50 Pocket Premium Edition è da ben 4.000 mAh, con supporto ricarica rapida fino a 40W.

Una batteria così capiente per un dispositivo foldable, unito al software Huawei che essendo privo di applicazioni che girano in background e perfettamente ottimizzato consentono di coprire senza indugi un’intera giornata stress sfruttando completamente le potenzialità dello smartphone, mentre con un utilizzo più moderato si riescono a coprire quasi due giornate.

Inoltre il supporto ricarica rapida a 40W permette di effettuare un ciclo completo di energia in poco meno di un’ora.

Manca la ricarica wireless, un vero peccato.

Anche la ricezione, voce e dati, e la qualità audio sia in capsula che in altoparlante è la solita Huawei, e quando diciamo solita ci riferiamo a un brand che è da riferimento, essendo leader mondiale di reti telefoniche.

CONSIDERAZIONI FINALI E RAPPORTO QUALITA’ PREZZO P50 POCKET PREMIUM EDITION : Voto 7.5

Huawei P50 Pocket Premium Edition è disponibile in Italia ad un prezzo di Euro 1599, al netto di eventuali promozioni e offerte, nella colorazione Premium Gold.

Fino al 10/05/2022 è possibile usufruire di uno sconto di Euro 300 direttamente QUI sullo Store Huawei Italia, che rende più competitivo il prezzo di P50 Pocket Premium Edition se rapportato al competitor principe, ovvero Samsung Galaxy Z Flip 3 5G.

P50 Pocket Premium Edition è un terminale esclusivo, e lo si percepisce solo vedendone la confezione di vendita.

Ha un design caratteristico e unico, a partire dalla colorazione oro brillante, dalla texture e dalla conformazione a conchiglia, tipica di pochissimi terminali attualmente commercializzati a livello globale, come il sopra citato Flip 3 di Samsung o il Motorola Razr 5G.

Il comparto hardware è di primo livello, così come le fotocamere degne della serie P di Huawei, sempre al vertice di qualità fotografica.

Anche l’autonomia di esercizio a differenza di altri terminali a conchiglia è da menzionare e permette di utilizzare lo smartphone senza problemi anche a tutti coloro che ne sfruttano tutte le funzionalità.

Le mancanze sono davvero poche; la più importante è la connettività che non gode del supporto 5G, seguita dall’assenza di certificazioni IP e della ricarica wireless, meno influenti su questo tipo di terminali.

Il prezzo per possedere questo piccolo gioiello è elevato, forse troppo, e forse questo è il suo più grave handicap. La somma richiesta per possedere P50 Pocket Premium Edition è importante, e non consente di giustificare le ottime qualità del device, esclusivo e ben costruito.

Lo consigliamo a tutti coloro che si vogliono distinguere, ma che vogliono comunque uno smartphone potente e moderno, coscienti di poter utilizzare il dispositivo privo dei servizi Google, sempre meglio sostituiti da quelli Huawei.

Se volete qualcosa di vistoso e che non passa inosservato, Huawei P50 Pocket Premium Edition merita di essere preso in considerazione.

Lascia un commento