dji Tello in vacanza: un’esperienza positiva

Oggi vi racconto l’esperienza della mia vacanza con il mini drone dji Tello.

E’ stata una scelta pensata e voluta perchè il drone grande Bebop 2 pesa e occupa un volume di minimo metà del bagaglio a mano, senza contare il suo carica-batteria e la borsa per non rovinare le eliche.

Punti positivi di aver portato dji Tello in vacanza:

  • leggerezza, poco ingombro nella valigia a mano, si carica con una battery bank, per viaggiare tenendolo protetto consiglio di portare l’involucro esterno in plastica rigida della confezione, fa fotografie a una risoluzione molto buona (5MP) – video a 720p ed è facile da comandare con uno smartphone.

Anche durante gli spostamenti in aeoporto con diverse compagnie aeree il controllo allo scanner non mi ha creato problemi. Ma questo lo sapevo data la potenza molto bassa della batteria e l’amperaggio altrettanto basso.

Ho volato dove potevo, mi sono divertito e ho fatto divertire chi era con me regalando loro delle fotografie da una visuale che altrimenti non avrebbero mai potuto vedere.

Punti negativi:

  • più sensibile al vento di quello che sapevo, consiglio di fare la calibrazione del dji Tello prima di iniziare a volare (vedi Guida: come fare calibrazione del dji Tello) altrimenti non ha un baricentro di volo preciso, potrebbe essere un problema della mia ROM Android ma spesso non si collega al WiFi del Tello la seconda volta se già l’app è aperta in back-ground, occorre quindi in questo caso chiudere tutto, ri-connettere e ri-aprire la app ufficiale Tello.

Dopo questa esperienza mi sento di consigliare l’acquisto di questo mini-drone dji Tello per portarlo in viaggio nelle vostre vacanze estive se, come me, avete il piacere e desiderio di fare tante fotografie.

Vi lascio con due fotografie fatte dal dji Tello in volo e senza nessuna modifica:


Lascia un commento