L’Italia è nella top ten delle possibili fonti d’attacco legate al cybercrimine

Interessante ricerca pubblicata dai laboratori di Trend Micro, leader globale nelle soluzioni di cybersecurity. Ad agosto l’italia si è classificata come nona nel ranking globale dei Paesi in cui hanno origine attacchi o eventi legati alla cybersecurity. Ai primi tre posti si trovano Russia, Stati Uniti ed Egitto.

Ogni mese, i laboratori Trend Micro condividono gli aggiornamenti relativi al panorama delle minacce, basati sulle analisi effettuate dalla Trend Micro™ Smart Protection Network™, ai quali si aggiungono i dati dei ricercatori Trend Micro, del Team Zero Day Initiative (ZDI), del PH Threat Hunting Team, del Mobile App Reputation Service (MARS) Team e della Smart Home Network (SHN).

In questo caso i dati provengono dalla Smart Home Network e le analisi coinvolgono gli indirizzi IP dei router attivi, per determinare la fonte di un evento o possibile attacco. Nel momento in cui un router, che supporta le soluzioni Trend Micro e ha abilitato le funzionalità di security, attiva un evento di sicurezza, i laboratori Trend Micro confermano da quale direzione proviene l’attacco controllando ulteriormente quale origine ha attivato l’evento di sicurezza. In questo modo è possibile capire i Paesi da dove provengono gli attacchi.

I dati raccolti ad agosto, mostrano che la maggior parte degli attacchi ha sfruttato IoT worm o Ransomware. Nella top 5 relativa alle principali tipologie di attacchi partiti dall’Italia, troviamo:

  • Attacchi alla vulnerabilità GoAhead attraverso IoT worm (396.646 eventi)
  • Attacchi ai dispositivi D-Link DSL-2750B (86.058 eventi)
  • Esecuzione di comandi da remoto attraverso Shell Script, in relazione a IoT worm (63.837 eventi)
  • Attacchi a Microsoft Windows SMB Server (37.776 eventi)
  • Attacchi da remoto sfruttando il ransomware LockCrypt (17.261 eventi)

I cinque Paesi più colpiti da attacchi provenienti dall’Italia sono stati: Stati Uniti, Taiwan, Hong Kong, Regno Unito e Olanda.

Per quanto riguarda invece gli attacchi in generale che hanno colpito l’Italia sempre ad agosto, i laboratori Trend Micro hanno rilevato 1.229.390 malware e 57.430.080 minacce via mail.

 

Lascia un commento