Doogee Y6 – la recensione

Dopo una settimana di test, vi proponiamo la recensione del nuovo Doogee Y6, nuovo smartphone di fascia medio/bassa dell’azienda cinese.
CONFEZIONE
La confezione di vendita contiene al suo interno un cavo dati USB-microUSB, manualistica d’uso, caricatore da 5V2A e cover in silicone. Il device arriva già con una pellicola pre-applicata sul display.
COSTRUZIONE E DESIGN
Il device ha un design abbastanza gradevole, e risulta essere ben costruito. Lo smartphone sembra essere realizzato interamente in metallo, ma è probabile che il retro sia in plastica. Vediamo la costruzione nel dettaglio:

  • nella parte inferiore troviamo il microfono, lo speaker di sistema e la porta micro-USB;
  • sulla parte superiore troviamo il jack da 3,5 per le cuffie;
  • lato sinistro pulito;
  • sul lato destro troviamo il tasto di accensione/spegnimento/blocco/sblocco del dispositivo e il bilanciere del volume;
  • sul retro troviamo una fotocamera da 13 megapixel con flash led e autofocus, lettore di impronte digitali e il logo Doogee;
  • nella parte frontale troviamo un display da 5,5” con risoluzione HD IPS, fotocamera anteriore da 8 megapixel con flash led.


SCHEDA TECNICA

  • Sistema operativo Android 6.0 Marshmallow (aggiornabile a Nougat)
  • Processore octa-core Mediatek MT6750 da 1.5GHz
  • 2GB di RAM
  • 16GB di memoria interna espandibili
  • Schermo da 5,5 pollici di diagonale con risoluzione HD IPS 2,5D SHARP
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel Samsung con PDAF e flash LED
  • Fotocamera anteriore da 8 megapixel con glash LED
  • Dimensioni di 154.2×77.5×8.5 mm
  • Peso di 197 grammi
  • Wi-Fi, Bluetooth 4.0, GPS, DUAL SIM, 4G, Radio FM,
  • Batteria 3200 mAh con fast charging


DISPLAY:
Il display da 5,5 pollici ha una risoluzione 1280×720 pixel HD. I colori sono molto buoni e accesi, che lo rendono quasi simile ad un AMOLED. Il display può essere tarato sue tre modalità grazie alla tecnologia Miravision. La luminosità automatica funziona abbastanza bene e la luminosità del display è nel complesso molto buona. Nonostante i “soli” 267ppi non si sente l’esigenza di un pannello FullHD, grazie all’elevata qualità di questo pannello SHARP.

AUDIO E RICEZIONE:
Lo smartphone non ha problemi di ricezione, e aggancia il segnale 4G praticamente ovunque senza il minimo problema. Buono il Wi-Fi che aggancia le reti abbastanza velocemente. Nessun problema con la navigazione GPS.
L’audio di questo dispositivo è molto buono dalla capsula auricolare, mentre perde in qualità dallo speaker posto nella parte inferiore.
SOFTWARE:
Lo smartphone arriva con Android 6.0 Marshmallow, ma è disponibile l’aggiornamento ad Android Nougat con cui lo abbiamo testato. Si tratta del classico software Mediatek con alcune aggiunte grafiche e software da parte di Doogee. Troviamo infatti delle icone colorate e ben lontane da Android Stock e un menù delle impostazioni leggermente ridisegnato e abbastanza gradevole. Anche il software della fotocamera è stato rivisto graficamente. Le funzioni aggiuntive non sono poche, e vanno da quelle relative al lettore di impronte digitali, alle gestures fino ad arrivare alla modalità ad una mano e l’applicativo Parallels Space integrato nel sistema.

MULTIMEDIA:
La qualità delle foto di questo Doogee Y6 è discreta, buone le macro anche se il sensore tende a “sparare” i colori, mentre nei panorama tende ad impastare un po’ e perde di dettaglio. Quando cala la luce il sensore fa fatica a realizzare scatti sufficienti. Invece davvero molto buona la camera anteriore, che ha un grandangolo di 88° e con l’aiuto del flash LED riesce a realizzare scatti davvero soddisfacenti.

AUTONOMIA:
La batteria da 3200 mAh in accoppiata con il display HD in teoria dovrebbe garantire una buona autonomia, ma purtroppo cosi non è. Con un uso molto intenso dovrete caricare il dispositivo nel tardo pomeriggio.
PREZZO:
Il prezzo di questo dispositivo è di circa 100€ sui vari rivenditori online.
CONSIDERAZIONI:
Doogee Y6 è nel complesso un buon device di fascia medio/bassa, consigliato per chi voglia spendere poco senza perdere molto in termini di prestazioni e affidabilità. Peccato davvero per l’autonomia, che doveva essere decisamente migliore, fortunatamente supporta la ricarica rapida.
VOTO:
7/10



Lascia un commento