Nuove informazioni su Saygus V Squared

Il marchio Saygus poteva diventare famoso per aver realizzato uno smartphone innovativo caratterizzato allo stesso tempo da specifiche tecniche molto interessanti, peccato che questo smartphone non sia mai entrato effettivamente in produzione.
I colleghi di PhoneArena hanno recentemente intervistato il CEO dell’azienda, Chad Sayers, al quale hanno rivolto diverse domande sul futuro del marchio e sul V Squared.
Per chi non ricordasse il device, probabilmente la maggior parte di voi, facciamo prima un breve riepilogo sulla sua avventura.
Tutto inizia al CES 2015 nel quale l’azienda mostrò un dispositivo tecnologicamente avanzato chiamato V Squared, dotato delle seguenti specifiche tecniche:

  • display da 5” FullHD Corning Gorilla Glass 4 edge-to-edge
  • processore Snapdragon 801
  • 3GB di RAM
  • 64GB di memoria interna espandibile attraverso due slot Micro SD
  • doppi speaker frontali
  • fotocamera da 21 megapixel con stabilizzatore ottico
  • fotocamera anteriore da 13megapixel
  • batteria da 3.100 mAh con ricarica wireless
  • sensore di impronte digitali
  • certificazione IP67
  • tecnologia audio Harman Kardon


Insomma per l’inizio del 2015 si apprestava ad essere un device davvero molto interessante e per alcuni versi innovativo.
Inutile dire che riscosse davvero molto interesse durante la fiera di Las Vegas, tanto che l’azienda decise di aprire i preordini e garantire le prime consegne entro la primavera del 2015. Passano pochi mesi e cominciano i primi problemi, inizialmente il lancio viene posticipato, per poi essere cancellato.
L’azienda inizia cosi a ricercare nuovi fondi e obbligatoriamente ad apportare delle migliorie al reparto hardware, cosi da poterlo mostrare al MWC 2016.
Arriviamo cosi alla fiera di Barcellona, dove il V Squared viene ripresentato con alcune modifiche nel design e nelle caratteristiche tecniche.
Fu ampliata l’espandibilità di memoria tramite Micro SD fino a 400GB, e fu accompagnato da un accessorio attraverso il quale si poteva effettuare il mirroring del display su una TV senza alcun lag. Anche in questo caso, però, si trattava di un prototipo, che purtroppo tale rimase.
Finalmente arrivi ai nostri giorni, grazie ai colleghi di PhoneArena.
Durante l’intervista, il CEO Sayers ha ammesso di aver commesso troppi errori in passato, ma ha anche affermato che Saygus è pronta a portare a termine il suo obiettivo: lanciare sul mercato il V Squared. V Squared sarà certificato dalla FCC ed immesso nel mercato attraverso gli operatori telefonici AT&T e T-Mobile in breve tempo. Possiederà un hardware totalmente rinnovato (lo credo bene) e sarà in grado di generare ancora grande entusiasmo tra il pubblico. Da quel poco che è venuto fuori, è molto probabile che lo Snapdragon 801 sia sostituito dal più recente Snapdragon 820, che sicuramente potrebbe dare nuova linfa al device.
Al momento personalmente sono un po’ scettico sull’effettivo arrivo sul mercato del device dopo ben 2 anni dalla prima apparizione, ma speriamo che nel caso riesca davvero ad arrivare non faccia la fine di uno smartphone blu che noi italiani abbiamo conosciuto fin troppo bene.
E voi cosa ne pensate? V Squared potrà essere ancora definito innovativo?



Lascia un commento