Calano le vendite di iPad: cambiamenti in vista in casa Apple?

Qualche giorno fa l’azienda di Cupertino ha reso noti i risultati finanziari del secondo trimestre fiscale, raggiungendo un fatturato di 45,6 miliardi di dollari. Come al solito quindi si tratta di dati estremamente positivi, che certificano per l’ennesima volta l’assoluta potenza economica della Apple.

Analizzando però i risultati nel dettaglio, balzano subito agli occhi alcuni dati: innanzitutto i 43,7 milioni di iPhone venduti (che si conferma in assoluto lo smartphone più diffuso al mondo); i 20 milioni di Apple Tv collocati sul mercato (non si può più quindi parlare di mezzo “flop”); i 16 milioni di iPad venduti (dato ancora una volta in netto calo rispetto al passato).

Appare quindi evidente che il tablet della mela morsicata, nonostante continui a vendere dignitosamente, è in netto calo nelle preferenze degli acquirenti, soprattutto a causa dei tablet Android che stanno letteralmente cannibalizzando il mercato (anche grazie a prezzi molto più competitivi degli iPad).

C’è quindi da preoccuparsi in casa Apple? Questa flessione nelle vendite può portare a dei cambiamenti? Bisogna sottolineare che il calo nelle vendite di iPad non è un dato isolato, ma è ormai una costante che si ripete trimestralmente dai tempi della quarta generazione del tablet targato Apple. Non si può quindi parlare di un caso isolato, ma di una precisa tendenza da parte degli acquirenti.

In relazione a potenziali cambiamenti alcuni rumors parlano della possibilità, grazie ai processori a 64 bit, di vedere sulla prossima generazione di iPad una versione appositamente modificata di Mac OSX, con la prospettiva di trasformare la “tavoletta” in un vero e proprio computer portatile, con la capacità di far girare anche gli applicativi desktop.

Personalmente ritengo questa possibilità molto azzardata, vista anche la linea di continuità che ha sempre caratterizzato la politica della Apple. D’altra parte però si parla da tantissimo tempo del momento in cui i tablet potranno soppiantare definitivamente i personal computer; e se fosse proprio la Apple a dare avvio all’ennesima rivoluzione?

Come al solito è praticamente impossibile prevedere il futuro, proprio per questo mi piacerebbe discutere con voi di questa eventualità.

Lascia un commento