Niente più tariffe di roaming da Pasqua 2014

Con queste parole, Neelie Kroes (commissario UE per le telecomunicazioni), durante l’audizione con la commissione per la protezione dei consumatori, apre il discorso. Promette nuove regole per imporre la neutralità della rete. Continua dopo il salto.

“Voglio che mostriamo ai cittadini che l’Unione Europea è importante per le loro vite. Che le regole digitali che abbiamo fatto siano in linea con le loro legittime aspettative” […] “Voglio che possiate tornare dai vostri elettori e dire che siete stati in grado di mettere fine ai costi di roaming[…]  e dire che avete salvato il loro diritto di accedere a un Internet libero, garantendo la neutralità della rete”

Il mercato si sta muovendo e l’Unione Europea vuole fornire delle linee guida che tutelino aziende e consumatori.

“Perché siete diventati membri del Parlamento Europeo invece che membri dei vostri Parlamenti Nazionali?” […] “Suppongo parzialmente perché non vi piacciono i confini artificiali. Questo è un risultato che possiamo raggiungere quando la libertà e la competizione sono più grandi, l’opportunità è più grande e i diritti dei consumatori sono reali!”

Il Commissario fa forte sulla definizione di World Wide Web, ma evidenzia che allo stato attuale ci sono troppe barriere inutili. Il prossimo passo sarà gettare le fondamenta per delle nuove regole solide, in modo da portare nell’autunno del 2014 una proposta al vaglio del Consiglio dell’Unione Europea.

Il 2014 è ancora lontano, ma sono davvero felice della notizia, sopratutto che a qualcuno interessi di questi nuovi mezzi di comunicazione, che aiutano lo sviluppo di nuove imprese e facilitano anche il consumatore. Vediamo se poi anche in Italia ci si adegua o si fa sempre la ruota storta del carro.

via TomsHW.it
Lascia un commento