Il nostro obiettivo è la soddisfazione del cliente… Basta che compri ciò che diciamo noi

foto_grande

Per una volta questo articolo non parlerà di un nuovo smartphone o del confronto fra i nuovi mostri arrivati sul mercato; questa volta vi voglio raccontare una strana storia capitata al negozio Euronics del Centro Commerciale “Katanè” di Gravina di Catania e, come gli utenti più assidui del nostro Forum hanno già immaginato, vede protagonista il nostro immenso Giuseppe (aka Spippo) che vive nella città etnea ed è uno dei moderatori fra i più esperti del mondo Android. Preciso solo che non vogliamo accusare nessuno nè schierarci a favore di un marchio piuttosto che un altro, ma solo riportare un comportamente che, oltre ad essere sospetto, ci sembra non del tutto corretto dal punto di vista deontologico. Seguiteci dopo il salto per saperne di più.

Il nostro Giuseppe era nel centro in compagnia di suo figlio Emanuele quando si è trovato di fronte ad una scena molto particolare per la quale non ha potuto esimersi dall’intervenire. Un cliente ha chiesto l’assistenza di uno degli addetti per l’acquisto di un tablet senza indicare un modello od una marca particolare ma indicando, per pura questione estetica, alcuni esemplari di Galaxy Tab, Galaxy Note 10.1 e Galaxy Tab2. L’addetto, senza chiedere nessuna informazione rispetto all’utilizzo che il cliente avrebbe dovuto fare del tablet, lo ha subito accompagnato verso l’esposizione degli iPad giustificando il suo comportamento con un laconico “Questo è assolutamente il migliore”. Immaginate la sorpresa del nostro Spippo di fronte ad un comportamento del genere che, senza il minimo problema da parte dell’addetto, continuava con l’esaltazione totale del prodotto Apple e l’assoluta indifferenza nei confronti dei tablet Samsung. Sorpresa che è diventata sconcerto quando Giuseppe ha scoperto che tutti i prodotti coreani erano bloccati con codici e password per le quali gli addetti hanno trovato le giustificazioni più fantasiose (è il pin della SIM, è un codice di protezione, è …….) ma che, stranamente, non valeva per gli iPad, disponibili a qualunque prova e completamente sbloccati. Alla richiesta del perchè l’addetto ritenesse iPad “il migliore” senza sapere quale utilizzo ne avrebbe fatto il cliente, la risposta è stata da manuale: “Perchè lo sanno tutti che è stata Apple ad inventare il tablet e tutti gli altri hanno solo copiato”. Potete immaginare la reazione di Giuseppe di fronte a tale comportamento che definire superficiale è poco; la vicenda si è conclusa con il cliente che non ha acquistato nulla, con gli addetti molto imbarazzati e con i tablet Samsung condannati al blocco totale perchè nessuno conosceva la password di sblocco. Comportamento alquanto strano, non credete, cari utenti? Un grazie immenso ed un abbraccio forte al nostro Spippo: sei un mito amico mio.

Lascia un commento