Tinder presenta due nuove funzioni in tema di sicurezza per combattere le molestie

A partire da oggi, dopo aver raccolto risultati estremamente positivi in fase di test, Tinder attiva due nuove funzioni per prevenire le molestie sull’app: Questo messaggio ti infastidisce? e Vuoi ripensarci? Queste nuove funzionalità si aggiungono alla lista di feature di sicurezza che Tinder ha lanciato negli ultimi due anni, che rendono l’app uno dei leader nel settore.

Questo messaggio ti infastidisce? fornisce supporto proattivo ai membri quando viene rilevato un linguaggio molesto in un messaggio ricevuto. La feature funziona sulla base di un’intelligenza artificiale con apprendimento autonomo e supportata dai feedback dei membri e dalla community di Tinder. Quando infatti un membro di Tinder risponde “sì” alla domanda “Questo messaggio ti infastidisce?”, avrà la possibilità di segnalare il comportamento della persona che ha inviato il messaggio. I primi test hanno mostrato un aumento del 46% del numero di segnalazioni per messaggi inappropriati, poiché i membri si sentono più legittimati e supportati nel segnalare i comportamenti scorretti.

Vuoi ripensarci? utilizza l’intelligenza artificiale per rilevare il linguaggio molesto e interviene in modo proattivo per avvertire il mittente che il suo messaggio potrebbe risultare offensivo, chiedendogli di pensarci due volte prima di premere invio. L’intelligenza artificiale è stata costruita sulla base di ciò che i membri hanno segnalato in passato e continuerà a evolversi e migliorare nel tempo. Vuoi ripensarci? ha già ridotto il linguaggio inappropriato nei messaggi inviati di oltre il 10% e i membri che hanno ricevuto la notifica hanno avuto meno segnalazioni per messaggi inappropriati nel mese successivo, indicando un cambiamento nel comportamento sul lungo termine.

“Le parole sono potenti quanto le azioni e oggi vogliamo ribadire ulteriormente che nessun tipo di molestia avrà mai spazio su Tinder”, ha affermato Tracey Breeden, Head of Safety and Social Advocacy per Tinder e Match Group. “I primi risultati di queste feature ci mostrano che intervenire subito e nel modo giusto può essere davvero importante per cambiare il comportamento e costruire una community in cui tutti possano sentirsi al sicuro.”

Per permettere a queste funzionalità di rilevare in modo proattivo i messaggi inappropriati, i membri dovranno accettare un’esperienza di dating sicura e dare il consenso ai filtri di Tinder per la sicurezza dei messaggi. Se un membro decide di non dare il proprio consenso, potrà comunque continuare a fare Swipe e Match, ma non potrà inviare messaggi. Strumenti come questi aiuteranno Tinder a identificare e ad agire contro le persone che non sono disposte a comportarsi in modo responsabile all’interno della piattaforma.

“Siamo entusiasti che Tinder continui ad aggiornarsi in materia di sicurezza. Con i valori e le azioni che intraprende per garantire una comunicazione rispettosa, consentendo ai propri membri di fermarsi un momento per ripensare un messaggio che potrebbe essere offensivo, Tinder sta coinvolgendo la sua community per creare una piattaforma più sicura. Offrendo ai membri un modo semplice per segnalare i messaggi molesti, i nuovi strumenti aiuteranno Tinder a identificare e a intraprendere azioni nei confronti di chi non è disposto a comportarsi in maniera responsabile,” dice Scott Berkowitz, presidente di RAINN*. “Siamo molto soddisfatti dei primi risultati avuti con i nuovi strumenti, e non vediamo l’ora che vengano resi disponibili a tutti i membri di Tinder.”

Il lavoro di sicurezza di Tinder fa parte dell’investimento di 100 milioni di dollari da parte di Match Group nel 2021 in materia Trust & Safety. Tinder si impegna a lavorare assieme ai migliori esperti del settore per garantire che l’app rimanga un posto sicuro e inclusivo.

Lascia un commento