inVRsion: parla italiano la startup innovativa che produce contenuti di realtà virtuale per il B2B

inVRsion, startup italiana che realizza soluzioni per la realtà virtuale in ambito business, ha organizzato un Investor Day a seguito del quale ha raccolto 600.000 euro, a fronte di una valorizzazione di mercato dell’azienda stimata in 4 milioni di euro.

Grazie a questo investimento “Early Stage” inVRsion ha dato inizio alla produzione dei propri software sviluppando l’offerta su tre differenti asset:

  • Progettazione, realizzazione e installazione di Virtual Room
  • Erogazione di soluzioni software per simulazioni di Real-Time Room-Scale VR
  • Sviluppo contenuti 3D ottimizzati per la realtà virtuale immersiva e interattiva

L’azienda è composta da un team in rapida crescita diviso in due business unit: una tecnologica formata da un gruppo di ingegneri esperti di real-time engine, eye-tracking, programmazione 3D e software online, e una dedicata allo sviluppo e alla creazione di contenuti e asset 3D ottimizzati per la realtà virtuale.

inVRsion ha già sviluppato tre prototipi di simulatori immersivi Room-Scale per tre diversi ambiti di business:
ShelfZone – simulatore di spazi retail per la Grande Distribuzione Organizzata
CarZone – simulatore e configuratore di automobili
ResiZone – simulatore per il real estate e l’arredamento

“Grazie alla lungimiranza e alla generosità dei nostri primi investitori abbiamo centrato due importanti obiettivi in un colpo solo”.
– commenta Matteo Esposito, CEO di inVRsion. “Siamo riusciti a raccogliere il capitale necessario ad accelerare la nostra impresa, mettendola su un binario preferenziale per creare prodotti e servizi da proporre in tutto il mondo. Abbiamo anche dimostrato, raccogliendo oltre mezzo milione in pochi mesi, che in Italia si può fare impresa e si può puntare sull’innovazione come si fa nei paesi più avanzati”.
L’offerta VR di inVRsion integra già soluzioni high-end in grado di produrre output anche verso sistemi di terzi parti, ad esempio sistemi di proiezione anche non VR oppure sistemi ERP/CRM legacy.

Lascia un commento