Windows 10: vediamo l’attivazione post aggiornamento e formattazione

Ieri sera dopo varie peripezie sono riuscito ad installare Windows 10 sul mio notebook, di fabbrica dotato di Windows 8 e di conseguenza un codice di Windows 8 su UEFI, utilizzando inizialmente Windows Update ed in seguito, a causa di un non precisato errore di download, Media Creation Tool di Microsoft.

Finito l’aggiornamento mi sono trovato con un sistema (quasi) pienamente funzionante, ad eccezione dell’antivirus (AVG Internet Security 2015), del software di gestione della stampante Samsung e del noto, anche al nostro amico Mark, problema di attivazione della licenza.

ProduKeyQuesta mattina, con stupore, trovo la mia copia di Windows 10 Home attivata ma con un Product Key generico. Vista la situazione decido di scaricare, sempre tramite Media Creation Tool, la ISO adatta alla mia versione di Windows 10 e di procedere con l’installazione pulita tramite chiavetta appositamente preparata per l’odioso UEFI tramite Rufus. Durante l’installazione provo ad inserire il codice da me estrapolato dalle tabelle UEFI ma, al contrario di quello che accade con l’installer di Windows 8.1, non viene accettato. Finita l’installazione, giusto il tempo di accedere alle impostazioni, il sistema era già attivato e secondo il comando slmgr nelle sue varianti /dli /dlv /xpr Windows 10 Home è attivato permanentemente.

AttivazioneVista la mia curiosità ho deciso di contattare il supporto tecnico di Microsoft via chat. Sono stato assistito da Matteo, che ringrazio, il quale mi ha spiegato che Windows 10 dopo l’aggiornamento da una precedente versione che ha diritto all’upgrade viene attivato in base al Product Key ed all’ID Hardware del sistema e che non necessita di Product Key in caso di una reinstallazione.

Lascia un commento