UMI Iron: 200 euro ben spesi?

Buon pomeriggio a voi tutti carissimi lettori di Batista70phone, per allietare il vostro pomeriggio ricco molto probabilmente di sole e dunque temperature elevate ho deciso di riportarvi una notizia che è passata in sordina nei giorni passati ma che secondo me è invece di grande rilievo: la UMI un’ azienda volta alla produzione di smartphone si è dedicata allo sviluppo di 3 terminali che sono rispettivamente Hammer, G-max ed Iron e come facilmente intuibile dal titolo dell’ articolo la mia attenzione è stata rivolta proprio a quest’ ultimo terminale poiché dovrebbe essere il top di gamma della casa; andiamo ad analizzarlo insieme.

Il telefono ha delle dimensioni piuttosto generose dovute sopratutto al display da 5,5″ pollici di tipo IPS e FullHD mentre le cornici montate in una scocca d’ alluminio, unico materiale presente insieme alla plastica usata proprio per le cornici, paiono ben pensate e sfruttate al meglio dato che nella parte superiore frontalmente troviamo lo speaker, il sensore di luminosità che si comporta senza infamia e senza lode, prossimità e la fotocamera anteriore da 5 MP mentre quella inferiore non presenta alcun tasto fisico, il telefono utilizza infatti dei tasti a display. Il peso del device si attesta tra i 149 ed i150g dunque rispetto alle dimensioni sembra tutt’altro che eccessivo sopratutto se si tiene anche a mente che il prodotto presenta una batteria da 3350 mAh; esso monta un processore MTK nello specifico l’ MT6753 abbinato ad un ARM Cortex A-53, un octa-core da 1.3 GHz che fa girare in maniera piuttosto gradevole il tutto non scaldando mai; presenta una memoria RAM da 3 GB ed una ROM da 16 GB che possono essere espansi attraverso microSD. Riscontriamo un buon audio in capsula che in fase di riproduzione multimediale invece scende e di parecchio in termini di qualità risultando praticamente privo dei bassi, un eccellente modulo Wi-Fi che trasferisce i dati in maniera davvero repentina ed una perfetta gestione della doppia scheda SIM come sempre è stato fatto dai MediaTek. Il telefono basato su Android 5.1 nella sua versione stock dunque è reattivo, fluido e del tutto privo di lag grazie sopratutto alla grande quantità di memoria RAM presente. Passando al comparto fotografico abbiamo invece una fotocamera principale da 13 MP che vuoi per mancanze software, vuoi per il flash che si è presenta come dual-tone ma é mal funzionante rende gli scatti del tutto anacronistici ed anonimi a fronte della massima risoluzione possibile da parte della fotocamera. Le conclusioni sono sicuramente positive come i pareri a primo impatto dovuti al raffinato design del resto per questo cellulare che offre un comparto hardware piuttosto interessante che affiancato da un software snello com’è quello di Android stock e sopratutto da un rapporto qualità-prezzo ottimale lo rende appetibilissimo sul mercato; per concludere vorrei chiedervi dove potreste trovare un telefono del genere con un display FullHD… A ragion del vero allora forse se dovete cambiare cellulare ed il vostro budget si attesta tra i 200 ed i 300 valrà pure la pena di provarlo questo UMI Iron; un saluto da Valter per lo Staff di Batista70phone.

Lascia un commento