Il Samsung Galaxy Note 4 è realtà: scopriamolo insieme!

Il Samsung Galaxy Note 4 era indubbiamente il dispositivo più atteso dell’IFA di Berlino finalmente, nell’evento di oggi pomeriggio, è stato svelato al mondo dall’azienda coreana.

Inutile dire che le caratteristiche hardware sono assolutamente al top, e non differiscono molto da quelli che erano stati i rumors delle scorse settimane. Il Note 4 verrà commercializzato in due varianti: una con lo Snapdragon 805 quad-core da 2,7 ghz (presumibilmente questa sarà quella europea), l’altra con l’Exynos octa-core composto da quattro core a 1,9 ghz e dai rimanenti quattro a 1,3 ghz; la scheda grafica è l’Adreno 420 con frequenza di 600 mhz; la ram è di 3 gigabyte (confermata quindi la nostra previsione, niente 4 giga); memoria interna da 32 gigabyte, ovviamente espandibile tramite l’ausilio della micro-sd; il display è un Super-Amoled da 5,7 pollici con risoluzione QHD (2566×1440); completano la dotazione la fotocamera posteriore da 16 megapixel con stabilizzatore ottico d’immagine, la fotocamera anteriore da 3,7 megapixel, la batteria da 3220 mah ed il sensore di battito cardiaco (lo stesso visto su S5).

Grande attenzione anche per quanto riguarda il design, che riprende fedelmente la nuova linea inaugurato con il Galaxy Alpha. Troviamo infatti una cornice in alluminio a circondare il dispositivo, con il retro in finta pelle rimasto però invariato. Grande lavoro sul fronte dell’ottimizzazione delle dimensioni, con uno spessore di appena 8,3 millimetri ed un peso di 174 grammi. Insomma, un passo in avanti nel settore del design, anche se siamo ancora lontani dall’adozione dell’unibody (rimane infatti la batteria removibile, oltre che la struttura in policarbonato).

Immancabile ovviamente l’s-pen, che ha subito un notevole incremento prestazionale: 2048 diversi livelli di pressione (doppio rispetto a Note 3), un feeling sempre più simile ad una vera e propria penna, ed una lunga serie di aggiornamenti per la suite dedicata (multitasking migliorato, possibilità di selezionare e condividere anche elementi diversi dalle immagini, nuova funzione di selettore di immagini e testi che coinvolge anche la fotocamera!).

Grande lavoro anche nel settore della fotocamera, con l’introduzione dello stabilizzatore ottico di immagine, di un sensore che cattura il 60% in più di luce, e di una nuova funzione che facilità lo scatto dei selfie con la fotocamera anteriore.

Concludiamo con la parte relativa alla batteria: Samsung promette un aumento della stessa del 7,5% rispetto a Note 3 e soprattutto introduce la ricarica ultraveloce (si passa da 0 a 50% in appena 30 minuti).

Il Note 4 sarà disponibile a partire da ottobre presumibilmente ad un prezzo di poco superiore ai 700 euro (si attendono comunque notizie ufficiali) in quattro colorazioni: bianco, nero, oro e rosa.

Lascia un commento