Spillover presenta “The Agency-Operazione: Vanishing Lady” videogioco con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi alla scienza

Attraverso l’appassionante spy-game, il giocatore protagonista deve salvare la Statua della Libertà dagli attacchi degli Agenti dell’Ombra mettendo la propria abilità scientifica a disposizione di The Agency, l’agenzia super segreta che si batte per il futuro del pianeta.

Spillover, startup milanese fondata da Selene Biffi con la mission di promuovere il valore della scienza tra i giovanissimi, presenta “The Agency – Operazione: Vanishing Lady” prima di una serie di applicazioni gioco a tema scientifico che hanno l’obiettivo di avvicinare i ragazzi dagli 8 anni in su alla scienza, attraverso i videogiochi.

Si tratta di una serie di spy-game che appassioneranno i giovanissimi e li condurranno attraverso formule, enigmi, laboratori virtuali ed esperimenti nel meraviglioso mondo della scienza, insegnando loro nozioni di chimica, biologia, fisica, robotica e genetica in modo ludico; superando i livelli di gioco, capiranno così che la fisica è divertente, i microbi possono essere utili e che le molecole, come le persone, si trovano simpatiche, antipatiche o indifferenti tra loro…

I giocatori impareranno di persona che le materie scientifiche contribuiscono concretamente a salvare il pianeta e, attraverso bonus e malus game, scopriranno anche moltissime curiosità sulle sostanze che li circondano, ma anche sulle scoperte scientifiche che hanno cambiato la storia. Il tutto attraverso le dinamiche interattive che ci si aspetta da un videogioco.

Le missioni che Spillover presenta ai giocatori in ciascuna applicazione sono basate su vere invenzioni ed esperimenti, realizzati da ricercatori reali e rielaborate sotto forma di APP in un contesto coinvolgente e appassionante, con una sceneggiatura studiata per catturare l’attenzione dei ragazzi; la supervisione scientifica di un esperto sempre diverso, assicura la serietà e certifica la qualità dei contenuti educativi trasmessi.

Tra agenti segreti, combinazioni da risolvere, laboratori virtuali ed enigmi, il divertimento è assicurato e la scienza non potrà mai più essere considerata noiosa.

La prima applicazione di Spillover si intitola The Agency – Operazione: Vanishing Lady ed è stata sviluppata partendo da una scoperta scientifica di Micro4You – spinoff dell’Università degli studi di Milano – che ha individuato come l’azione di alcuni batteri possa essere utilizzata per pulire i monumenti, sfruttando la loro naturale azione chimica sulle particelle di inquinamento che si depositano sulle statue e sugli edifici.

The Agency cerca agenti segreti per le proprie missioni.

The Agency è la centrale operativa intorno alla quale ruota lo storyboard di tutte le Applicazioni di gioco proposte da Spillover.
Si tratta di un’importante organizzazione segreta che mette in contatto i migliori scienziati del mondo per contrastare l’azione malvagia degli Agenti dell’ Ombra, che vogliono distruggere il pianeta con inquinamento, rifiuti, gas nocivi e ogni genere di fattore maligno.

Il giocatore, dopo essersi registrato per entrare a far parte di The Agency in qualità di Agente Speciale, riceverà indicazioni da un tutor (Charlie) sulla missione da compiere e sugli step necessari per portarla a termine.
La missione assegnata nella prima APP Spillover è salvare la Statua della Libertà (‘the Lady’ per i newyorkesi) dagli Agenti dell’Ombra che vogliono farla sparire.
Il nuovo Agente prima di tutto si troverà davanti a una mappa virtuale e dovrà iniziare il suo viaggio attraverso le città indicate dal tutor per trovare i tre indizi utili a sbloccare ciascuno dei tre livelli che lo porteranno al compimento della missione.
In ogni livello però si dovrà scovare lo scienziato che potrà aiutare il giocatore a raggiungere la meta finale entrando nel suo laboratorio segreto dove uno speciale computer, SIG, condurrà i giovani giocatori attraverso terreni di coltura, batteri e genetica molecolare.
Il Dr. Jay, la Dr.ssa Wu e il Dr. Lunwaba sono i veri detentori della soluzione del gioco: un batterio potenziato in grado di fermare l’erosione della Statua della Libertà ad opera dagli Agenti dell’ Ombra…

Il percorso verso la meta però è pieno di ostacoli e di sorprese e a ogni “Point of Interest” selezionato sulle mappe può corrispondere un bonus game che permette di procedere o di vincere badge da collezionare, ma anche un malus game che può bloccare il giocatore in balia degli Agenti dell’Ombra.
Tra i bonus si ‘nascondono’ moltissime curiosità su reali scoperte scientifiche o su elementi chimici della tavola periodica, ma anche idee creative per realizzare esperimenti home-made alla portata di tutti.

I ragazzi attraverso il gioco vengono stimolati a scoprire tutto quello che li circonda e possono anche realizzare esperimenti insoliti e divertenti come estrarre energia elettrica dai limoni, costruire un motore a reazione con una bottiglia di plastica o realizzare un forno solare.
I bonus educativi possono anche essere di carattere storico-scientifico e sulle mappe è possibile trovare flag che segnalano dove si trovava Guglielmo Tell quando gli è caduta la famosa mela sulla testa o dove era ubicato il laboratorio del premio Nobel Marie Curie.

Ogni spy-game di Spillover è corredato da un Diario del giocatore che si popola progressivamente con tutte le schede, i bonus e i badge che durante il percorso vengono accumulati.

La versione Premium della prima App Spillover The Agency- Operazione: Vanishing Lady è scaricabile su iPad da Apple Store al prezzo di 3,59 Euro
https://itunes.apple.com/it/app/vanishing-lady/id860068099?mt=8

Lascia un commento