Effetto MegaUpload su Filesonic&Co.

Non c’è voluto molto che l’effetto domino della chiusura del network di MegaUpload si facesse sentire, è di queste ore infatti la notizia che molti siti di Hosting sparsi nel web stanno prendendo decisioni e mettendo in opera delle azioni per salvarsi “il culo” contro eventuali operazioni di chiusura da parte delle forze di polizia statunitensi, vediamo cosa sta succedendo dopo il salto.

Primi su tutti a farsi prendere dal panico e a prendere misure drastiche sono stati quelli di FileSonic.com che all’inizio di questo lunedì hanno deciso di chiudere tutta la parte di filesharing e lasciare aperta solo la parte cloud. Cosa siginifica? Significa che i vari utenti possono solo accedere e gestire i file dei propri account, ma non hanno accesso alla parte che mette a disposizione i link di collegamento, per cui non è possibile redistribuire il materiale uppato su questi server. Oltretutto sembra che i gestori del servizio siano alla caccia di eventuale materiale protetto da copyright per eliminarlo ed evitare così di cadere nelle mani di F.B.I o simili, dunque un vero repulisti prima che si scateni la caccia alle streghe del file sharing…

Ma purtroppo non sono i soli in queste ore a compiere azioni più o meno liberatorie: sembra che anche fileserve stia facendo pulizia di materiale “discutibile” dagli account dei vari utenti, nel mio caso appena prima di scrivere questo articolo ho controllato il mio account fileserve scoprendo che mi erano stati cancellati dei file che avevo uppato, ma si trattave di materiale legale, visto che erano fotografie mie e file che comunque era possibile condividere liberamente… dunque un operazione di pulizia indiscriminata anche di materiale probabilmente legale al 100%, che arriverebbe fino alla chiusura anche di account troppo rischiosi!

Altri siti invece stanno optando per altre vie: è il caso di Uploaded.to che avrebbe chiuso l’accesso a tutti gli utenti americani, sperando così di non incorrere nelle ire della giustizia USA, ma creando così una discriminazione verso migliaia di utenti…

Dunque che si tratti di autocensura o altro, il web in queste ore sta vivendo momenti di panico per la propria soppravivenza quale movimento libero e molti si stanno erigendo a censori per svariati motivi, ma che alla fine riconducono solo agli interessi di una cerchia ristretta di persone(leggasi multinazionali dell’entrainment) che stanno ponendo pressione a 360 gradi in tutto il mondo! E voi cari lettori cosa ne pensate di questo effeto domino che si stà riversando sul web in questo momento?

Lascia un commento