Un momento di riflessione


Un caro saluto a tutti voi, fedeli utenti. Questo non è un articolo che presenterà un nuovo dispositivo o una nuova videorecensione, nonostante in questi giorni ci sia tanta carne al fuoco: HTC Radar, iPhone 4S, BlackBerry Bold 9900 e via a continuare.

Queste righe vogliono essere semplicemente un momento di riflessione, un’espressione di alcuni pensieri che in questi giorni hanno attraversato quello spazio vuoto che ho fra le orecchie; anzi, sarebbe più giusto usare il plurale perchè quanto sto per dirvi riguarda un po’ tutti noi che ogni giorno cerchiamo di rubare qualche minuto alle nostre normali attività per cercare di offrirvi notizie, foto, anticipazioni, video e tutto quanto serve a rendere meraviglioso il mondo della tecnologia in generale e della telefonia mobile in particolare. Io, PhenoMik, il Reverendo, Il Franzoso, Cristian, Roberto, Giocoso, Domenico, la nostra Principessa Roy e, last but not least, il nostro immenso Loris cerchiamo, nel nostro piccolo, di offrirvi un servizio di qualità, consapevoli dei nostri limiti e delle nostre limitate risorse (gran parte dei dispositivi che proviamo li compriamo con i nostri soldi). Non ci obbliga nessuno, ovviamente ma la passione brucia e se questo può servire a condividerla con voi, fedeli utenti, noi siamo i primi ad essere felici. Siamo perfettamente consapevoli che la perfezione è lontana, che tutti i giorni andiamo incontro ad errori e ci adoperiamo per ridurli al minimo sfruttando anche le vostre segnalazioni al proposito. Passiamo dai momenti di ilarità (Domenico) alle considerazioni tecniche (Phenomik) alle videorecensioni di dispositivi e applicazioni (io, Giocoso e Loris) setacciando il web in lungo e largo per cercare le notizie degne di nota. Il lunghissimo preambolo mi serve per esprimervi il disagio che, in quanto essere umani, provocano certi commenti ai nostri articoli. Intendiamoci: voi avete il sacrosanto diritto di commentare, di dirci come la pensate su quello che noi vi proponiamo; quello che ci lascia un po’ basiti sono i commenti volutamente provocatori, al limite della presa in giro e dell’insulto. Siamo noi, ovviamente, che dobbiamo essere in grado di gestire certi utenti ma, sfortunatamente, e chiediamo scusa a tutti indistintamente per questo, a volte ci scappa il momento di tensione, quasi rabbia e non riusciamo a trattenere la risposta alterata, arrabbiata. Questa mattina, a seguito di una di queste risposte da parte mia, uno di voi mi faceva notare, giustamente, che, essendo moderatori, siamo noi i primi a dover limitare certi atteggiamenti. Vi chiediamo solo di considerare che anche noi abbiamo una vita normale, che lavoriamo, che cerchiamo di vivere la nostra giornata sempre serenamente ma che qualche volta “ci scappa”. Cercheremo di imparare ad essere ancora più distaccati e a non cadere nelle provocazioni “volute” ma se sbagliamo (e succederà ancora) fatecelo notare con un sorriso piuttosto che con un insulto più o meno velato. Batista70phone sta crescendo sempre di più, raggiungendo numeri di tutto rispetto e questo è solamente merito vostro cari utenti; ma vogliamo tenere fede al nostro motto e mettere sempre in primo piano “il lato umano della tecnologia” che ci ha sempre distinto e che il 99% di voi, fortunatamente, apprezza come l’aspetto più importante. Permettetemi di chiudere citando Alessandro Manzoni (addirittura) modificando le parole finali de I promessi Sposi: “Se vi abbiamo involontariamente offeso, sappiate che non lo si è fatto apposta”. Grazie a tutti voi.

Lascia un commento