Recensione Asus Zenfone 9

Un piccolo concentrato di potenza

Asus, azienda leader in campo informatico, conferma la propria presenza anche nel settore mobile, dove la competizione è sempre più elevata pe la presenza di numerosi brand, validi, che propongono una miriade di device dalle caratteristiche più o meno elevate.

La politica del produttore taiwanese è invece diversa e mira a colmare due specifici settori, dove risulta leader spesso seguito e copiato, anche da colossi del calibro di Samsung e Xiaomi.

Asus propone una linea gaming denominata Rog, prendendo il nome dagli ormai famosi pc e notebook dedicati al gioco multimediale, e una linea di compatti potenti, inaugurata dallo Zenfone 8.

Asus Zenfone 9 è il successore del piccolo potentissimo smartphone lanciato nel 2021, che ne riprende la filosofia aggiungendo features, capace di raccogliere le richieste di utenti che non vogliono rinunciare alla potenza, ma che allo stesso tempo desiderano un dispositivo ergonomico e compatto.

Asus Zenfone 9 : Voto 

Pro :

  • Compatto ed ergonomico
  • Certificazione IP68
  • Design con carattere
  • Ottimo audio stereo e jack da 3,5 mm
  • Prestazioni da top di gamma
  • Software Google Style
  • Comparto cam equilibrato 
  • Stabilizzazione ois gimbal perfetta

Contro :

  • Manca uno zoom ottico
  • No ricarica wireless

CONFEZIONE DI VENDITA ASUS ZENFONE 9 : Voto 8.5

Il box in cartone grigio scuro contiene :

  • Smartphone
  • Carica batterie rapido da 30W
  • Cavo dati Usb Type C to C
  • Custodia protettiva in plastica rigida di ottima qualità

Ottima quindi la dotazione di serie, che comprende il sempre più raro carica batterie e anche una pratica e ben fatta cover in plastica rigida, che calza perfettamente senza influire negativamente su dimensioni e forma dello smartphone, seguendo il colore dello stesso.

COSTRUZIONE ED ERGONOMIA ASUS ZENFONE 9 : Voto 9.0

Zenfone 9 è un terminale unico nel suo genere, estremamente compatto.

Il principale motivo per il quale l’utente si orienta su questo tipo di device è proprio per le dimensioni, che sono di 146.5×68.1×9.1 mm con un peso di 169 grammi.

È quindi l’unico vero top di gamma Android compatto, e viene proposto in un’unica variante, senza versioni Pro, Plus o Ultra.

A differenza della precedente generazione, in nome del contenimento del peso la back cover non è più in vetro, ma ora di policarbonato ruvido di buona qualità, anche se tende a raccogliere impurità.

Le colorazioni disponibili sono :

  • Nero
  • Blue
  • Rosso
  • Bianco

La nuova back cover è dominata dal comparto cam, completamente ridisegnato e composto da due  grandi cerchi, leggermente sporgenti, di metallo argentato, con accanto il piccolo flash led.

Vi sono poi presenti diverse scritte che riportano le caratteristiche del comparto fotografico, con estremo risalto alla stabilizzazione tramite gimbal, e il nome del produttore e dello smartphone.

Il frame in alluminio opaco è nella sua parte sinistra pulito, in quella destra sono presenti il tasto accensione/spegnimento definito “Smart” e con al suo interno il lettore di impronte digitali, oltre che il bilanciere volue, nella parte superiore è presente un microfono e soprattutto il sempre gradito jack audio da 3.5 mm, mentre in quella inferiore sono posti il carrello dual nano sim, un ulteriore microfono, la porta Usb Type C  e lo speaker audio stereo.

Il frame in tutti i suoi lati è interrotto da inserti in policarbonato che, oltre ad avere funzionalità estetiche, riescono a ampliare il segnale radio evitando la schermatura dovuta al metallo.

La parte frontale è composta dal display da 5.9 pollici di diagonale, con al suo interno la selfie cam posta in alto a sinistra.

L’assemblaggio è decisamente di qualità, nonostante la presenza di policarbonato che però mai influisce negativamente sul senso di terminale premium, quale è lo Zenfone 9, che ricordiamo essere anche certificato IP68. Sembrerebbe scontato su un terminale premium, ma ricordiamo che stiamo parlando di un device compatto e con jack audio presente, il che rende l’idea del grosso lavoro fatto da Asus per ottenere questa certificazione.

Quando lo si utilizza e maneggia sembra di avere un piccolo mattoncino, molto comodo da usare grazie alla sua forma ergonomica con angoli arrotondati che ben si sposano con il palmo della mano.

Tutto è razionalizzato per aumentare la semplicità di utilizzo con una singola mano, che è il core di Asus Zenfone 9, un piccolo prestazionale top di gamma.

Uniche note negative sono lo spessore leggermente superiore agli standard attuali e la facilità con la quale si sporca la back cover porosa, che comunque può essere facilmente pulita con un semplice fazzoletto umido.

DISPLAY ASUS ZENFONE 9 : Voto 8.5

Il piccolo display da 5.9 pollici utilizzato da Asus è dotato di tecnologia Super Amoled con risoluzione FHD+ 1080×2400, rapporto 20:9 e refresh rate fino a 120 Hz, campionamento al tocco di 240 Hz, certificato HDR10+, densità 445 ppi e luminosità massima fino a 1100 nit, protetto da Gorilla Glass Victus.

Un bel display, come giusto attendersi da un device di questo livello, con colori accesi e contrastati, neri profondi e bianchi accesi, perfettamente leggibile da qualsiasi angolazione e sotto la luce diretta del sole grazie a una luminosità che mediamente si attesta a 800 nit, ma che in modalità HDR arriva a 1100. Un risultato che si avvicina ai display LTPO montati su dispositivi più costosi.

Asus inoltre ci fornisce tutta una serie di possibilità per personalizzarne l’utilizzo, a partire dal refresh rate che può essere automatico ( AI ne gestisce gli Hz in base al tipo di utilizzo ) oppure settato manualmente, in nome del risparmio energetico, a 120, 90 o 60 Hz.

È possibile inoltre settare la luminosità manualmente oppure optare per quella adattiva in base all’ambiente, la luminosità notturna programmabile che riduce i blu per non affaticare gli occhi, la temperatura del colore, il colore dello schermo ( ottimale, naturale, cinematic, standard o personalizzato ), dimensione e caratteri, velocità di animazioni e ovviamente la modalità scura, anch’essa programmabile.

Non manca un Always on Display programmabile in base alle fasce orarie o attivabile tramite il tocco del display, che è personalizzabile con diversi modelli pre caricati.

Ottimo il funzionamento del sensore di luminosità automatica e di quello, fisico, di prossimità.

Un ottimo pannello, ben curato anche dal punto di vista software, che renderà felici tutti coloro che desiderano un terminale compatto.

HARDWARE ASUS ZENFONE 9 : Voto 9.5

Scheda tecnica Asus Zenfone 9

  • Dimensioni: 146.5×68.1×9.1 mm
  • Peso: 169 grammi
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 5G 3.19 Ghz (4 nm )
  • GPU : Adreno 730
  • Memoria:
    • RAM: 8/16 GB LPDDR5X
    • ROM: 128/256 GB UFS 3.1
  • Reti: 5G Dual SIM (Dual Nano Sim)
  • Connettività:
    • NFC
    • Bluetooth 5.2
    • WiFi 6 a/b/g/n/ac
    • GPS + GLONASS
  • Display: 5.9″ SUPER AMOLED FHD+, 120 Hz
  • Fotocamere:
    • Primaria da 50 MP: f/1,9 Gimbal Ois PDAF Laser AF
    • ultra grandangolare da 12 MP: f/2.2
    • Anteriore: 12 MP: f/2,5
  • Batteria:
    • 4.300 mAh
    • Ricarica con cavo a 30 Watt

Asus Zenfone 9 è al pari del suo predecessore un vero piccolo top di gamma, dotato del massimo delle tecnologie attualmente in circolazione.

Il processore è il potente Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 con processo produttivo a 4 nanometri, supportato da GPU Adreno 730 e da 8/16 Gb di memoria Ram DDR5 e 128/256 Gb di memoria Rom UFS 3.1 non espandibile.

Un processore quindi che insieme alle velocissime memorie Ram e Rom permette al piccolo Zenfone 9 di svolgere qualsiasi operazione di calcolo senza la minima esitazione, risultando sempre una vera e propria “scheggia” priva di micro impuntamenti o lag.

Il nuovo processore Snapdragon, prodotto da TSMC, ha eliminato i problemi relativi al surriscaldamento che avevamo spesso sottolineato nella precedente generazione, che invece era realizzata da Samsung.

Questo grazie al sofisticato sistema di dissipazione realizzato da Asus permette allo smartphone di contenere sempre il calore, anche se sotto stress, nonostante le piccole dimensioni della sezione dello stesso.

Completissima la dotazione di connettività, priva solo dell’uscita video USB 3.1, ma che ha il supporto 5G, dual nano sim, WiFI 6E e Bluetooth 5.2, GPS Glonass, NFC e jack audio da 3.5 mm.

L’audio stereo è potente, forse anche troppo in relazione alle dimensioni dello smartphone, ed è garantito dallo speaker inferiore e dalla capsula presente nella parte superiore del display.

Ottimi i sensori di prossimità e luminosità, così come il motorino della vibrazione, così come piace a noi forte, ma mai invadente, da vero top di gamma.

Una dotazione che è capace di competere con quella presente sui super big da 1.000 e oltre Euro, con un quantitativo di Ram che consigliamo a 8 Gb, poiché i 16 risultano fin troppo eccessivi e privi di reale utilità.

FOTOCAMERA ASUS ZENFONE 9 : Voto 8.0

Fotocamere:

  • Primaria da 50 MP: f/1,9 Gimbal Ois PDAF Laser AF
  • ultra grandangolare da 12 MP: f/2.2
  • Anteriore: 12 MP: f/2,5

Asus Zenfone 9 è dotato di una buonissima cam stabilizzata su 6 assi con gimball interno, le foto sono ben definite in ogni condizione di luce, molto bene anche la grandangolare e i video, grazie al sopracitato sistema di stabilizzazione, macro e modalità ritratto precise, peccato la mancanza dello zoom ottico, per il resto si merita un bel 8.5 in pagella.

SOFTWARE ASUS ZENFONE 9 : Voto 9.0

Asus Zenfone 9 è dotato di Android 12, aggiornato con le patch di sicurezza a Agosto 2022 e personalizzato dal produttore tramite ZenUI.

Un Os che molto si avvicina a quello stock presente sui Google Pixel, sia a livello funzionale, che grafico, con una forte presenza di Material You.

Pulito e lineare, come piace alla nostra redazione, che permette all’utente finale di personalizzare completamente l’esperienza d’suo in base alle singole esigenze.

Asus ha implementato qualche interessante features, come il tasto Smart personalizzabile, al quale è possibile associare delle scorciatoie se premuto due volte, premuto costantemente o attraverso lo scorrimento del dito.

ZenUI App inoltre permette di accedere a un desk dedicato al gaming chiamato Game Genie, di utilizzare lo strumento Edge per creare scorciatoie nei lati del display e di personalizzare tutta una serie di gesture, tra le quali menzioniamo il doppio tocco dietro. Infatti toccando due volte la back cover dello Zenfone 9, anche se utilizziamo la cover, è possibile assegnare una funzionalità rapida che può essere scelta tra screenshot, apri telecamera, torcia, registratore audio, assistente Google o elementi multimediali.

Da menzionare infine, vista la natura compatta dello smartphone, una sezione completa e dedicata all’utilizzo con una sola mano, che permette di ottimizzare le funzionalità attraverso l’utilizzo di un solo dito.

Un Os sempre rapido e razionale, che presenta tutte le caratteristiche e le personalizzazioni native di Android 12, con l’aggiunta dei tutta quella serie di gesture studiate da Asus.

Ricordiamo che Asus ha promesso due major update e due anni di aggiornamenti patch.

AUTONOMIA E RICEZIONE ASUS ZENFONE 9 : Voto 8.0

La batteria integrata non removibile è da 4.300 mAh con supporto ricarica rapida fino a 30W.

Una capienza che se considerate le dimensioni del terminale ci fanno capire quanto bravi sono stati gli ingegneri taiwanesi nel trovare lo spazio necessario, con l’unico compromesso, accettabile, di uno spessore leggermente superiore alla media dei moderni smartphone di fascia medio alta.

Questo amperaggio, grazie anche a un’ottima implementazione software che ci permette di settare l’utilizzo in prestazioni elevate, dinamico, duraturo o ultra resistente, ci permette di arrivare utilizzando anche la modalità più prestazionale a coprire senza problemi un’intera giornata lavorativa.

La velocità di ricarica si ferma a 30 watt, sufficienti, ma che non raggiungono i valori degli altri super top che superano tranquillamente questo risultato. Manca inoltre la ricarica wireless.

Anche in termini di ricezione e qualità delle chiamate audio ci possiamo definire più che soddisfatti, non avendo incontrato criticità nell’utilizzo quotidiano, come invece ci era capitato utilizzando Zenfone 8. Pensiamo che l’utilizzo del policarbonato nella back cover al posto del vetro, in uno smartphone così compatto, aiuti la potenza del segnale.

PREZZO ASUS ZENFONE 9 

Zenfone 9 viene proposto in Italia in tre differenti tagli di memoria, al prezzo di :

  • 8/128 Gb Euro 799
  • 8/256 Gb Euro 849
  • 16/256 Gb Euro 899

Un esborso economico il linea con le caratteristiche elevate del terminale, che si pone in diretta concorrenza con Samsung S22, iPhone 13/14 e Xiaomi 12. Anche se risulta il più compatto e ergonomico del gruppo.

CONSIDERAZIONI FINALI ASUS ZENFONE 9 : Voto 9.0

Dopo un intenso periodo di test possiamo promuovere a pieni voti Asus Zenfone 9, che risulta essere unico nel suo genere, un piccolo concentrato di tecnologia e potenza adatto a tutti coloro che prediligono le dimensioni compatte, ma che allo stesso tempo non vogliono rinunciare ai contenuti tecnologici.

Un terminale ben fatto e scrupolosamente assemblato, dotato di certificazione IP68 e ora con un design riconoscibile e caratteristico, rispetto all’anonimo predecessore.

Ottimo il display a 120 Hz, il potente comparto audio e l’autonomia, che ha l’unico compromesso di una ricarica non troppo veloce. E sottolineiamo la presenza sempre gradita e utile del jack audio da 3,5 mm.

Il software è Google Style come piace a noi, con qualche chicca Asus che ne facilita le gesture e le scorciatoie.

Ottimo infine il comparto cam, equilibrato grazie al sensore Sony IMX766 stabilizzato  con un vero e proprio gimbal al suo interno, che ci permette di catturare scatti precisi in buone condizioni di luminosità, mentre perdono qualche dettaglio in condizioni estremamente difficoltose di penombra. Ma Zenfone 9 non è un camera phone, come dimostra la mancanza di uno zoom ottico dedicato. Anche i video, che sfruttano la stabilizzazione meccanica, sono decisamente buoni ed in linea con gli altri top di gamma.

Anche quest’anno Asus riesce a colpire, forse ancora di più del già ottimo Zenfone 8, ritagliandosi uno spazio in un mercato saturo e privo di idee, con uno smartphone che è unico nel suo genere, capace di essere compatto e potente, con rinunce che alla fine sono si secondo piano rispetto alla clientela alla quale si rivolge.

E finalmente osando un po’ di più anche con il design, cosa che in questo piattume generale di idee può fare la differenza.

Lo consigliamo quindi senza la minima esitazione a tutti coloro che vogliono un terminale bello e comodo da utilizzare anche con una sola mano, a prova di jeans e di tasca della giacca, ma che sia potente e moderno e privo di rinunce, ad un prezzo che visto l’andamento del mercato ci sembra decisamente adeguato.

Lascia un commento