Recensione Xiaomi Mi Band 7

La pioniera rimane il riferimento

Xiaomi rivoluzionò il mondo degli indossabili con la prima MI Band, una sorta di braccialetto smart a basso costo capace di dialogare in modo intelligente con lo smartphone.

Fu il primo dei tanti dispositivi, più o meno riusciti, e comunque nel corso degli anni divenne sempre riferimento per tutti i produttori del settore, diventando il best seller per eccellenza, al polso di utenti di ogni tipologia.

Siamo ora a parlare della settima generazione della Mi Band, capace ogni anno di affinarsi sia stilisticamente che tecnologicamente, ma soprattutto di evolvere il software e le funzionalità.

XIAOMI MI BAND 7 : Voto 8.0

Pro :

  • Display ampio e ben leggibile
  • Grafica gradevole e funzionale
  • Ottima applicazione di supporto
  • Sensori precisi
  • Buona autonomia
  • Piccola e leggera
  • Ampia possibilità di personalizzazione 

Contro :

  • Manca il GPS
  • Manca NFC
  • Prezzo non aggressivo

COSTRUZIONE E DESGIN XIAOMI MI BAND 7

Xiaomi è fedele al motto squadra che vince non si tocca, e questa nuova versione della Band segue questo trend.

Stilisticamente riprende da vicino la versione 6, leggermente più grande con dimensioni che ora passano a 47,4×18,6×12,7 mm, mentre il peso, che comunque rimane piuma, è di 13,5 grammi.

Intatta quindi sia la forma ovale che la conformazione del comodo bracciale, di serie in gomma nera, ma che può essere sostituito con gli svariati di diversi materiali e design presenti in commercio. Molto semplice, quindi, rendere sportivo, elegante, sobrio o fashion questo dispositivo, lasciando quindi libera fantasia al consumatore finale.

I sensori e il connettore proprietario di ricarica, magnetico, sono posizionati nella parte inferiore della band sotto il display come nelle precedenti versioni. Ricordiamo inoltre che MI Band 7 è resistente all’acqua fino a 5 atmosfere.

Design quindi semplice e lineare, capace però di essere altamente personalizzabile con svariati cinturini. 

La sua costruzione è altrettanto basilare, ma curata, con il suo punto forte che sta nella compattezza, leggerezza e comodità quando indossata.

DISPLAY XIAOMI MI BAND 7

Ecco qui la vera novità introdotta da Xiaomi nella nuova Band.

Il display OLED ora è di 1.62 pollici contro 1.56 della precedente versione, con un aumento di visuale di circa 25%. Ottimo risultato, considerato che il peso e le dimensioni della band sono rimaste praticamente intatte. La risoluzione è stata aumentata ed è ora di 490x 192 pixel.

Inoltre la luminosità massima, caratteristica molto importante per un indossabile, passa da 450 a 500 nit di picco, rendendo perfettamente consultabile MI Band 7 anche sotto la luce diretta del sole.

Viene inoltre introdotta la funzionalità Always On, che quindi permette la visualizzazione dell’orario anche senza fisicamente attivare il display, rendendo all’atto pratico la Mi Band 7 un vero e proprio orologio da polso.

Questa feature può essere attivata anche in fasce orarie programmabili direttamente dal menù della band, permettendo quindi un risparmio energetico sospendendola, per esempio, nelle ore notturne durante la fase di sonno.

Manca invece un sensore di luminosità automatica, che quindi va regolata manualmente. Un peccato, sarebbe stata la ciliegina sulla torta di questo ben fatto display.

Presenti infine numerosissimi watch faces, sia di default preinstallati, che scaricabili direttamente dallo store Xiaomi, in modo tale da personalizzare l’esperienza d’suo ed il design a completo piacimento dell’utente finale.

Mi Band 7 consente quindi di avere in un device compatto, comodo e leggero un ampio display ben definito, illuminato e personalizzabile capace di essere perfettamente consultato. Ottimo lavoro da parte degli ingegneri Xiaomi.

HARDWARE XIAOMI MI BAND 7

Quando ci troviamo ad analizzare l’hardware di una smart band o di uno smart watch siamo coscienti che sia la sezione meno importante di tutto il dispositivo, perché un indossabile non necessita di particolari risorse fisiche per un buon funzionamento, come può essere per esempio per uno smartphone, tablet o notebook.

Xiaomi MI Band 7 è quindi la classica band dotata dei sensori necessari per le funzionalità health e fitness, quali misurazione battito cardiaco, pressione del sangue, ossigenazione dello stesso e stress, mentre manca il GPS e il chip NFC, quest’ultimo invece presente nella versione dedicata al mercato cinese.

Mancano inoltre altoparlanti e microfoni, non essendo prevista una feature per rispondere alle chiamate vocali o per interagire con gli assistenti intelligenti.

Dotazione hardware quindi basica, che ci fa capire quanto il produttore punti sul software più che sulla presenza di sensori e accessori. 

Peccato per la mancanza di un NFC per i pagamenti digitali o di un GPS per la sezione fitness, presenti ora su qualche competitor collocato nella stessa fascia di mercato, sempre più agguerrita.

SOFTWARE XIAOMI MI BAND 7

Xiaomi rinnova la semplice ed intuitiva interfaccia grafica che caratterizza i propri werable, rendendola nella MI Band 7 più curata ed accattivante dal punto di vista estetico.

Questo ha permesso di ottenere anche un beneficio funzionale, perché le icone che ora sono più contrastate e dettagliate possono essere utilizzate a primo impatto con estrema comodità.

I controlli avvengono esclusivamente attraverso swipe e tocchi, poiché la Band 7 non presenta nessun tipo di pulsante fisico. Il tutto è preciso e rapido.

Effettuando uno swipe dall’alto verso il basso si aprirà la tendina delle notifiche, che sono solo consultabili senza possibilità di interazione, dal basso verso l’alto invece si accede al sistema operativo, con le seguenti sezioni :

  • Personal Activity Intelligence
  • Frequenza cardiaca
  • PAI
  • Ossigenazione del sangue
  • Allenamento
  • Cronologia allenamento
  • Intensità allenamento
  • Stress 
  • Sonno
  • Meteo
  • Musica
  • Sveglia 
  • Programma 
  • Impostazioni
  • Altro 

All’interno delle impostazioni si avrà modo di settare il dispositivo, il display, il quadrante, la modalità non disturbare, il reset, ecc…

Nella sezione altro invece sono presenti varie applicazioni preinstallate come torcia, salute femminile, respirazione, cronometro, trova telefono, orologio mondiale, timer, promemoria, telecomando.

Con swipe da sinistra verso destra e viceversa si potranno visualizzare i widget. Tenendo premuto sul display, invece, si potrà modificare la watch face direttamente dal device senza passare dall’applicazione presente sullo smartphone.

Un os come detto in precedenza snello, semplice e intuitivo, ora ancora di più grazie alla grafica particolarmente curata che rende il tutto molto più immediato.

MI Band 7 è compatibile sia con iOS che ovviamente con Android, grazie all’applicazione MI Fitness, anch’essa rinnovata, che permette di sfruttate la band per l’esercizio fisico e per la salute.

Vengono supportate 110 attività sportive, che vanno da corsa, pugilato, pattinaggio, ciclismo, allenamento in palestra, nuoto, pilates, danza, ecc… ognuna delle quali potrà essere monitorata con i vari gradi di intensità.

Inoltre molto curata anche la sezione health, con i precisi sensori che permettono di misurare costantemente la pressione e l’ossigenazione del sangue, il livello di stress e la frequenza cardiaca. Interessante che la band avviserà l’utilizzatore automaticamente qualora l’ossigenazione del sangue risultasse inferiore al 90%, che in tempi Covid è un dato importante e rilevante per la salute.

Il tutto con semplici ma articolati grafici che ne raggruppano i risultati e aiutano l’utente finale nell’analisi degli stessi, al fine di migliorare la qualità del benessere fisico.

Mi Band 7 consente anche di rilevare la quantità e la qualità del sonno, con la rilevazione delle varie fasi ( leggero, profondo e REM ).

Ovviamente non manca il contapassi, precisissimo, con tanto di sezione dedicata per facilitare il raggiungimento di obiettivi prefissati e con il calcolo delle calorie bruciate.

La connettività Bluetooth 5.2, stabile, permette di utilizzare la Band 7 anche per consultare notifiche, selezionabili attraverso l’applicazione nello smartphone. La band vibrerà alla ricezione, permettendo inoltre di visualizzare anche le chiamate vocali ed eventualmente respingerle.

Mancano invece i pagamenti e la possibilità di rispondere a chiamate vocali, essendo sprovvista di NFC e microfono/speaker.

AUTONOMIA XIAOMI MI BAND 7

La batteria integrata non removibile da 180 mAh permette di utilizzare la band al pieno delle sue potenzialità per circa 5/6 giorni, risultato lontano da quello dichiarato dalla casa madre che è di circa due settimane con utilizzo medio e 9 giorni con utilizzo intenso.

Dipende molto da come si utilizza la band, dalle sessioni di allenamento e dal quantitativo di notifiche che si ricevono quotidianamente, ma comunque il passo indietro rispetto alla versione precedente è significativo.

Al netto di un più definito e ampio display, di sensori più precisi e di una fluidità migliore, quindi, dovremmo ricaricare circa una volta alla settimana, per non rimanere senza energia.

CONCLUSIONI FINALI E RAPPORTO QUALITA’ PREZZO XIAOMI MI BAND 7

Xiaomi propone la versione 7 della sua famosa band ad un prezzo suggerito al pubblico di Euro 59, al netto di offerte e promozioni, tra l’altro facilmente trovabili online.

Un prezzo che può essere considerato leggermente più elevato di quello che ci saremmo aspettati, anche perché i passi in avanti rispetto alla versione 6 dotata del comodo NFC non sono così considerevoli.

In ogni caso, l’ottimo e più ampio display, la grafica più gradevole e facilmente consultabile potrebbero essere motivi validi per un eventuale update, coscienti però di perdere qualcosa in termini di autonomia rispetto alla Band 6.

Xiaomi MI Band 7 è un werable semplice ed efficiente, leggero e comodo, preciso e funzionale e gode di un applicazione di supporto davvero completa e ben fatta.

Inoltre la possibilità di utilizzate più di 100 diverse watch faces, semplicemente installabili dall’applicazione di Xiaomi e di cambiare cinturino scegliendo tra gli innumerevoli e diversi presenti nel mercato da una possibilità di personalizzazione che ben poche smart band hanno.

I competitor sono sempre più agguerriti, con produttori come Oppo, Huawei e Honor che hanno a listino band validissime e supportate, ma il fascino, le personalizzazioni, la vestibilità e la semplicità di MI Band 7 sono caratteristiche che possono pareggiare delle lacune tecniche presenti.

Un ottimo prodotto, capace di raccogliere tutta un’utenza che fa della semplicità e della comodità funzioni basilari per la scelta della band.

Lascia un commento