Huawei Developer Conference 2020: ecco i principali annunci lato software

Si è tenuta oggi a Songshan Lake la Huawei Developer Conference 2020 (Together). Durante il keynote Huawei Consumer Business Group ha introdotto alcune importanti novità in arrivo per HarmonyOS 2.0, EMUI 11, HMS (Huawei Mobile Services), HUAWEI HiLink e HUAWEI Research. Tutti i miglioramenti sono stati pensati e introdotti per consentire agli sviluppatori e ai partner dell’ecosistema Huawei di tutto il mondo di offrire esperienze avanzate e innovative per gli utenti finali. All’evento, Huawei ha anche presentato sei nuovi prodotti che contribuiranno ad arricchire ulteriormente l’esperienza all-scenario dell’azienda: HUAWEI MateBook X, HUAWEI MateBook 14, HUAWEI WATCH GT 2 Pro, HUAWEI FreeBuds Pro, HUAWEI WATCH FIT e HUAWEI FreeLace Pro.

Nella tre giorni di HDC, gli sviluppatori saranno impegnati con Huawei in varie entusiasmanti attività tra cui Lakeside Talks, Tech Sessions, Tech Hour, Codelabs e altro ancora. I developer potranno così fare network, collaborare ed esplorare nuovi modi per proporre esperienze smart all-scenario a tutti gli utenti Huawei. 

Il passo avanti di Huawei nello sviluppo del suo ecosistema è il risultato del forte sostegno da parte di sviluppatori e partner globali. Huawei aprirà completamente ai developers le sue tecnologie chiave, software e hardware, collaborando con loro per promuovere un’ulteriore miglioramento dell’ecosistema Huawei all-scenario.” –  ha affermato Richard Yu, Executive Director and CEO of Huawei Consumer Business Group. “Le stelle brillano anche nelle notti più buie. E gli sviluppatori sono le nostre stelle. Tutti insieme formano una galassia stupenda che ci illuminerà la strada.”

HarmonyOS 2.0: open source ufficiale e versione mobile in beta disponibile per gli sviluppatori entro la fine dell’anno

Huawei ha presentato il suo sistema operativo all-scenario, HarmonyOS, nel 2019. Da allora è stata sviluppata un’ampia gamma di device per questo sistema operativo semplificando il rilevamento rapido dei dispositivi, la connessione istantanea, la collaborazione tra hardware e la condivisione di risorse tra più smart devices. Oggi è stato annunciato HarmonyOS 2.0, con importanti aggiornamenti alle capabilities distribuite esistenti, tra cui software bus, data management e sicurezza. Huawei ha anche introdotto un adaptive UX framework che consente agli sviluppatori di raggiungere rapidamente decine di milioni di nuovi dispositivi e utenti.

Con l’ultimo aggiornamento, HarmonyOS sarà ufficialmente open source e gli sviluppatori potranno accedere a emulatori, pacchetti SDK e strumenti IDE. Il progetto open source, donato alla OpenAtom Foundation, sarà lanciato gradualmente con una versione beta mobile di HarmonyOS pianificata per gli sviluppatori cinesi per la fine del 2020. Richard Yu ha annunciato la roadmap per HarmonyOS nel corso del keynote. “A partire dal 10 settembre, HarmonyOS sarà open per i dispositivi IoT da 128 KB a 128 MB, come smart TV, wearable, automobili e altro ancora. Ad aprile 2021, sarà open per i dispositivi da 128 MB a 4 GB e a partire da ottobre 2021, HarmonyOS sarà aperto per i device superiori a 4 GB“.

Basata sulla tecnologia distribuita in HarmonyOS, EMUI 11, appena rilasciata, consente l’interazione anche oltre gli smartphone. Il nuovo sistema operativo, infatti, permette ai device di dialogare con i dispositivi IoT basati su HarmonyOS, offrendo agli utenti un’esperienza unica all-scenario, incluso l’utilizzo della fotocamera su un dispositivo con uno schermo più grande per le videochiamate. Il processo è alimentato dalla connessione touchless tra smartphone e home-device con HarmonyOS, rendendo così possibile la proiezione su schermo e altro ancora.

Ecosistema Huawei Mobile Services (HMS): il terzo più grande ecosistema di applicazioni mobile al mondo, rivoluzionario

Con il supporto di oltre 1,8 milioni di sviluppatori registrati in tutto il mondo, AppGallery e l’ecosistema HMS (Huawei Mobile Services) sono cresciuti esponenzialmente nel corso dell’ultimo anno. AppGallery ha attualmente oltre 96.000 app integrate con HMS Core e oltre 490 milioni di utenti attivi a livello globale. Inoltre, ha anche raggiunto il record di 261 miliardi di download di app tra gennaio e agosto 2020. 

In un solo anno, le open capabilities di HMS Core 5.0 sono aumentate da 14 kit a 56 kit, mentre il numero di API è passato da 885 a 12.981 coprendo sette aree principali e supportando gli sviluppatori nell’innovare maggiormente e semplificare il processo di sviluppo.

Ad esempio, il kit grafico CG migliora la grafica, la qualità dell’immagine e l’esperienza, oltre a migliorare l’efficienza del rendering. Il kit di localizzazione nella categoria App Service soddisfa i più precisi requisiti di posizionamento, fornendo un rilevamento della posizione con precisione al centimetro, a volte fino al millimetro, a seconda della situazione. 

Huawei si impegna ad aprire completamente le sue core capabilities software e hardware. Ha aperto i servizi software di base, come la navigazione, la ricerca, le mappe, i software per i pagamenti e i kit pubblicitari, per accelerare lo sviluppo di app. Huawei ha anche reso open le capabilities hardware per le fotocamere, per esempio, per le mappe AR, gli strumenti di comunicazione e trasmissione, nonché le sue principali funzionalità di protezione di privacy e sicurezza. Con tutto ciò, Huawei cerca di mettere gli sviluppatori nella condizione di creare una nuova generazione di app innovative in tutte le categorie.

Huawei offre ampio supporto agli sviluppatori per esplorare nuove opportunità di business in Cina e in altri mercati globali, fornendo servizi di consulenza, localizzazione e integrazione, marketing e campagne.

In futuro, Huawei continuerà ad ampliare i servizi per gli sviluppatori. Huawei sta costruendo tre laboratori globali di ecosystem cooperation in Russia, Polonia e Germania per essere a servizio degli sviluppatori di tutto il mondo e fornire servizi di abilitazione, test e certificazione. Cinque centri di servizi per sviluppatori globali saranno anche costruiti in Romania, Malesia, Egitto, Messico e Russia, fornendo servizi e piattaforme locali per aiutare gli sviluppatori a crescere e a innovare.

HUAWEI HiLink: infinite connessioni e controllo dei device IoT

HiLink abbatte le barriere tra i dispositivi IoT di diversi brand e produttori, fornendo una piattaforma unificata in cui i device possono connettersi facilmente e interagire tra loro senza soluzione di continuità. Questo è possibile in quanto HiLink è un linguaggio standardizzato per tutti i device IoT.

Quest’anno, gli aggiornamenti per HUAWEI HiLink riguarderanno cinque aree chiave: connessione, interazione, funzionamento, solution provider e autenticazione. L’obiettivo è fare in modo che miliardi di dispositivi IoT si connettano facilmente, siano più comodi da gestire e controllare e interagiscano senza problemi per abilitare un ecosistema hardware a tutto tondo. Al momento, ci sono 50 milioni di utenti attivi che contribuiscono ogni giorno a più di 1 miliardo di richieste di interazione con dispositivi all-scenario, con un totale di 400 milioni di download dell’app Smart Life.

Anche l’automobile è un cardine importante nel settore IoT. La piattaforma HiCar continuerà a collaborare con l’industria automobilistica: ad oggi lavora con oltre 150 modelli di auto e molte nuove partnership sono già in cantiere, così che ancora più guidatori possano godere della nuova esperienza di viaggio smart in futuro.

Huawei è fortemente impegnata nella crescita dell’ecosistema hardware IoT. Fornendo a più dispositivi l’accesso alla piattaforma HiLink, si impegna a rendere lo sviluppo dell’IoT più semplice ed efficiente, consentendo a Huawei di supportare simultaneamente i partner per conquistare la leadership di settore nell’IoT.

HUAWEI Research: la piattaforma di ricerca innovativa

HUAWEI Research, che si concentra sulla ricerca front-end, abilita due funzionalità chiave della piattaforma: HUAWEI Research Kit e HUAWEI Research Cloud. Queste capabilities facilitano processi di ricerca innovativi ed efficienti, accelerano le scoperte tecnologiche e le innovazioni di app per una più rapida trasformazione. Di conseguenza, gli istituti di ricerca scientifica, gli istituti di innovazione, le organizzazioni industriali, le istituzioni mediche e altri partner hanno un ruolo centrale, consentendo alle relative industry di prosperare rapidamente.

Nell’Active Health Field, Huawei ha fornito assistenza nella ricerca sulla salute del cuore assicurando che i dati di ricerca sanitaria raccolti fossero accurati e diversificati. Nel campo della sicurezza in viaggio, i dispositivi mobili e wearable collaborano in modo smart con le automobili per portare nuove tecnologie di guida sicura come il sistema di prevenzione delle collisioni e il rilevamento dell’affaticamento del guidatore. Nel campo della vita domestica, Huawei sfrutta le capacità di rilevamento wireless multi-dispositivo per offrire funzionalità, come il rilevamento delle cadute, il monitoraggio della respirazione non induttiva e la gestione degli spazi.

Huawei continuerà a far crescere il suo ecosistema software e hardware, impegnandosi per rendere open sempre più tecnologie e capabilities, dando maggiore possibilità a sviluppatori e partner di tutto il mondo di creare insieme.


Lascia un commento