Xiaomi Redmi Note 7: opinioni e passaggio da Redmi Note 5

Xiaomi Redmi Note 7 è il mio attuale smartphone Android che utilizzo tutti i giorni.

Desidero condividere con voi lettori del blog di Loris batista70phone alcune considerazioni di utilizzo, dato che l’ho comperato all’uscita a maggio 2019 ed ha alle spalle il massimo periodo di ‘rodaggio’ possibile.

DESIGN

Uno dei motivi che mi hanno spinto al passaggio è il retro della scocca in vetro sulla superficie della cover posteriore, molto più bella di quella del mio precedente Redmi Note 5. Sensore dell’impronta dove era quello del 5, l’abitudine è importante non sottovalutiamola, bellissime le due fotocamere + ledflash in verticale di dimensione minore rispetto a quelle del 5; parlerò in seguito dell’aspetto fotografie a 48MP che si possono fare non con l’hardware bensì con il software dello smartphone.

Redmi Note 7 è il mio primo smartphone con notch, non è stato un passaggio semplice credetemi, ma prima o poi andava fatto, tempo 10 giorni mi sono abituato anche a questo.

Ulteriore nota rispetto al Redmi Note 5: il display è più ampio anche nella zona inferiore, quindi cambio abitudine anche per la dimensione vicino alle icone del launcher che ora sono più in basso, ma anche questo è stato risolto.

IL SOFTWARE ANDROID – MIUI DI REDMI NOTE 7

L‘interfaccia grafica e funzionale di un Android è qualcosa di cui tener conto quando si rinnova il modello o quando lo si compera nuovo.

Venivo da un Redmi Note 5 quindi il passaggio è stato semplice, ma in precedenza non avevo un altro Xiaomi. Più in generale mi sento di dirvi che ‘un primo tuffo’ nella MIUI Android è semplice.

Come passare i contenuti dal precedente Xiaomi Android? Con l’app ShareMi in meno di una ora ho passato migliaia di fotografie e contenuti, credetemi le foto erano tante e anche pesanti perchè mi piace farne tantissime.

MEMORIA INTERNA

A meno di 200€ non potevo trovare di meglio che 64GB, quindi si parte da questa base, ho cominciato aggiungendo una SD da 64GB classe A1 (no extreme) riempita in 2 mesi, da poco gli ho inserito una da 128 GB che è in grado di leggere e gestire.

Il motivo dell’utilizzo di tanta memoria è sempre l’aspetto scritto sopra: tante, troppe foto .. con lui o con la GoPro, che una volta passate allo smartphone vanno a riempire la memoria interna subito.

Ho tutte le apps istallate che mi servono: social, edit foto, per pilotare il drone, file manager, acquisti, … veramente non saprei che altro istallare.

FOTOCAMERA – VIDEO

Voto: 9.

Nelle foto attivando la modalità 48 MP software, che da ogni pixel lo divide per quattro, i video non sono perfetti come me li aspetto. Comoda la funzione Quadrato per fare fotografie che andranno subito in seguito in Instagram al pari di quella Ritratto, Bellezza, modalità Filtri.

I video realizzati con Redmi Note 7 sono molto molto buoni, ho però l’impressione che non riescano a cogliere il dettaglio, da vicino, sotto il millimetro, ma questo può essere dovuto a deformazione professionale dato che ho a che fare con queste quote e l’occhio misura e vede a vista.

Lo ricomprerei anche oggi, perchè il Redmi Note 8 è uscito con la CPU Mediatek e pure a un costo maggiore, quindi meglio questo che in qualche mese è sceso di qualche decina di euro.

Lascia un commento