LG TV 2019 AI ThinQ: Apple AirPlay 2 e HomeKit disponibili a partire dal 25 Luglio

LG Electronics (LG) annuncia la disponibilità di Apple AirPlay 2 e HomeKit sulla gamma TV AI 2019, rendendo LG il primo produttore TV globale a supportare HomeKit. Queste funzionalità di Apple saranno utilizzabili tramite un aggiornamento del software – che sarà reso disponibile a partire dal 25 luglio per i TV OLED 2019, TV NanoCell e TV UHD di LG con funzionalità AI ThinQ.

Con AirPlay 2, i possessori dei TV 2019 con intelligenza artificiale di LG potranno facilmente riprodurre i propri contenuti – inclusi i titoli Dolby Vision – direttamente da iPhone, iPad e Mac. Gli utenti potranno guardare in streaming i film e programmi televisivi preferiti dall’app Apple TV e da altre app video, e potranno inoltre visualizzare le foto direttamente sui loro TV AI LG. Gli utenti potranno anche riprodurre Apple Podcast, Apple Music e brani dalla propria libreria o altri servizi di streaming tramite i TV AI LG e altri speaker compatibili con AirPlay 2 – tutto in sincronia.

HomeKit consente agli utenti di controllare comodamente la propria smart home con l’app Home o tramite Siri sui propri dispositivi Apple. I TV AI di LG possono essere facilmente aggiunti all’app Home, da cui gli utenti potranno quindi accedere alle funzioni-base del TV come l’alimentazione, il volume e la sorgente. Come altri device che supportano HomeKit, i TV AI di LG possono anche essere aggiunti a diverse Scene e Automazioni domestiche.

“LG si conferma all’avanguardia in termini di innovazione tecnologica dei TV grazie a un’incessante sforzo nell’offrire la migliore esperienza visiva”, afferma Brian Kwon, presidente di LG Mobile Communication e Home Entertainment. “Con l’introduzione del supporto a Apple AirPlay 2 e HomeKit, stiamo dimostrando il nostro impegno nell’offrire vantaggi ai consumatori che vanno oltre la migliore qualità delle immagini sul mercato.”

Apple AirPlay 2 e HomeKit saranno disponibili, come detto, per i possessori dei TV OLED LG e NanoCell in oltre 140 paesi a partire da questa settimana, con l’aggiornamento che continuerà nelle settimane successive.

Lascia un commento