iFixit smonta il Huawei P30 Pro: giudizio insufficiente

Anche Huawei P30 Pro è stato analizzato approfonditamente da iFixit, il noto sito che effettua i teardown degli smartphone più importanti.

L’intento è quello di guardare la parte nascosta sotto la scocca, osservando più da vicino come è stata progettata la componentistica interna. Nel frattempo hanno cercato di capire anche se, in caso di necessità, la riparazione possa essere fattibile o meno.

Le difficoltà iniziano al momento dell’apertura della scocca: dal punto di vista del design è una cosa positiva che la fessura che separa il vetro anteriore dalla cornice laterale sia ridotta, tuttavia non può dirsi in caso di riparazione.

Aprire il P30 Pro, infatti, non è semplicissimo (anche la colla fa la sua parte). In più va aggiunto che avere a che fare con un display curvo anteriore non è cosa semplice, e il rischio che si rompa aprendo lo smartphone è superiore.

Dopo aver compiuto questi passaggi, si trovano viti Philips facilmente rimovibili, componenti modulari, linguette per l’estrazione della batteria e, fortunatamente, sensore delle impronte digitali (ottico) non incollato allo schermo.

Il voto finale attribuito da iFixit è 4/10, dunque abbastanza insufficiente e in linea con il predecessore P20 Pro.

Lascia un commento