OnePlus: Pete Lau in Italia per la prima volta

Pete Lau, fondatore e CEO di OnePlus, e Xi Zeng, Creative Director dell’azienda, per la prima volta in Italia per partecipare alla Design Week di Milano, l’appuntamento annuale che catalizza l’attenzione di appassionati di design e architettura, durante la quale hanno illustrato la filosofia di OnePlus sul design e incontrato la community locale.

Nella mattinata di ieri, infatti, Pete Lau e Xi Zeng hanno incontrato gli studenti dell’Istituto Europeo di Design di Milano per un panel in cui hanno spiegato che cos’è davvero lo spirito “Never Settle” che contraddistingue OnePlus e come questo ha un ruolo determinante nel design del prodotto.

«Il nostro obiettivo, in OnePlus, è offrire una grande user experience e crediamo che il design giochi un ruolo cruciale in questo», ha spiegato Pete Lau. «Il nostro burdenless design e le nostre innovazioni puntano sempre a offrire una user experience semplice, smart e intuitiva.»

«Siamo entusiasti di essere in Italia per la Design Week di Milano», ha commentato Xi Zeng. «Il design italiano è sempre stato di grande ispirazione per i nostri prodotti, e mi aspetto di imparare e assimilare quanto più possibile dalle ultime innovazioni che scoprirò nel corso di questo evento.»

Lo scorso 15 marzo, OnePlus si è aggiudicata i prestigiosi International Forum (iF) Design Awards per le colorazioni e il design senza tempo di OnePlus 6 e delle OnePlus Bullets Wireless. Si tratta della terza volta che OnePlus vince un riconoscimento internazionale dopo il Golden Pin Design Award, ricevuto per OnePlus 6 nel 2018, e l’iF Design Award del 2015 per OnePlus One.

Inoltre, in serata, Pete Lau e il team di OnePlus hanno partecipato al community event per i fan italiani di OnePlus: un aperitivo che si è tenuto sulla TerrazzaS32 dalle ore 18.30, presso Copernico Isola S32, in via Sassetti 32. «Sono stato felice di poter incontrare per la prima volta la community italiana», dice Pete Lau. «La nostra community è il cuore di tutto quello che facciamo, e i feedback della community e le sue critiche hanno avuto un ruolo chiave nel modo in cui facciamo le cose.»

Lascia un commento