Meizu Pro 7 e Pro 7 Plus presentati ufficialmente

Meizu Pro e e Pro 7 Plus sono stati svelati ufficialmente pochi minuti fa, e tutto e’ stato ampiamente confermato .

I nuovi top di gamma della casa cinese hanno come caratteristica distintiva il secondo display da 1.9 pollici AMOLED 240×536 pixel, che potrà essere utilizzato per visualizzare i contenuti multimediali, come mirino della cam principale o frontale, per consultare notifiche e altre informazioni basilari dello smartphone.

Parziale delusione per cio’ che riguarda i processori utilizzati che, a differenza del 2016, sono sia per Pro 7 che per Pro 7 Plus Mediatek.

La versione standard da 5.2 pollici Full HD e’ alimentato da MediaTek P25 con GPU MAli-T880, batteria da 3.000 mAh, 4 Gb di memoria Ram e 64/128 di memoria utente.

La versione Plus ha un display 5.7 pollici QHD, processore MediaTek X30 con processo costruttivo a 10 nm e GPU IMG PowerVR 7XTP, batteria da 3.500 mAh, 6 Gb di memoria Ram e 64/128 Gb di memoria utente.

https://www.youtube.com/watch?v=tkNH6-mOQso

Entrambi i dispositivi sono dotati di dual cam 12 mp con sensore Sony IMX 386, f/2.0 e cam frontale da 16 mpx f/2.0 con Face AE.

Presente sia su Pro 7 che Pro 7 Plus la ricarica rapida mCharge, in versione 3.0 sul 5.2 pollici ed in versione 4.0 sul 5.7.

Il sistema operativo e’ unificato, e rappresentato da OS Flyme 6.0 basato su Android 7.0.

Meizu Pro 7 sara’ disponibile immediatamente in molti  mercati, tra cui l’Italia, ad un prezzo di Euro 369 per la versione 4/64 e di 429 per la versione da 128.

Pro 7 Plus invece costera’ 459 Euro nella versione 6/64, mentre 519 Euro per la versione 128 Gb.

I prezzi si riferiscono al cambio attuale, quindi sono per il mercato cinese. Attediamo notizie in merito alla collocazione nel mercato italiano.

Da apprezzare il tentativo di apportare una nuova funzionalita’ per distinguersi dagli altri, mentre l’adozione di processori Mediatek,  seppur ottimi, fara’ storcere il naso a molti appassionati, abituati a Soc ben più prestanti su dispositivi di questa fascia di mercato.

Staremo a vedere, effettuando test specifici, se saremo tutti contraddetti o meno.

1 Commento
Lascia un commento