L' App della settimana #1 – Flipster

Amici di batista70phone, cominciamo oggi una nuova rubrica domenicale nella quale andremo a scoprire e recensire brevemente le app più interessanti e utili presenti nel Play Store. Bando alle ciance, benvenuti ne l’App della settimana!
Negli ultimi anni gli smartphone proveniente dall’oriente hanno fatto sempre più breccia anche qui da noi, e ormai la scimmia di poter testare smartphone di aziende come Xiaomi, LeEco e Meizu è sempre più alta.
Purtroppo una delle pecche maggiori di questi smartphone è il software, che è di solito localizzato solo in inglese e cinese. Per ovviare a questo “problema”, in attesa di custom ROM, bisognerà ovviamente ottenere i permessi di root e utilizzare More Locale. Purtroppo More Locale non traduce le app preinstallate nel device, ma si limita a localizzare in italiano le app scaricare dal Play Store. Ma se volessimo tradurre le app preinstallate nel device? Ecco che ci viene in aiuto Flipster!
flipster
Cos’è Flipster? Si tratta di un modulo Xposed, che una volta attivato ci permetterà di scegliere ogni singola app presente all’interno del nostro device e cambiarne il nome come meglio crediamo (es. l’app Phone diventerà Telefono e cosi via…).
Come procedere? Vediamolo insieme:

  • selezionate l’app che vi interessa modificare
  • cambiate il nome
  • cliccate sulla freccia in alto e sinistra per tornare indietro
  • ripetere l’operazione per tutte le app che vi interessa modificare
  • cliccare sulla freccia in basso a destra e cliccare “YES” alla richiesta di Soft Reboot.


Purtroppo l’app non ci permetterà di tradurre anche l’interno delle app, ma solo il nome di essa, ma è incredibilmente utile per evitare di vedere il launcher pieno di scritte in inglese o addirittura in cinese, cosa che io personalmente odio.
Nonostante l’avviso di compatibilità solo con AOSP e Google Now Launcher, essa è compatibile con tantissimi launcher.
Utile no?

Lascia un commento