HTC Desire Eye, recensione da Lucio

Htc propone il nuovo modello della serie Desire, un mid level che ha caratteristiche e purtroppo anche prezzo che non si pone in questa fascia di mercato.

Il selfie phone .

Assemblaggio/Materiali: Voto 8

Il corpo centrale dello smartphone è costituito da solido policarbonato gradevole al tatto, che caratterizza la scocca uniboby disponibile in colorazione bianca con profili che nell’unità in nostro possesso sono rossi, ma commercializzata comunque in altra colorazione.

Sul lato sinistro troviamo alloggiamento sim, in formato nano, e slot espansione memoria, in formato micro sd, nella parte superiore il jack da 3,5 mm, lato destro bilancere volume, tasto accensione / spegnimento e il comodissimo tasto attivazione fotocamera, mentre nella parte inferiore alloggiamento micro usb per collegamento ai vari accessori e ricarica.

Nella parte anteriore è presente l’ampio display da 5,2 pollici, dal sensore di prossimità e luminosità, dal doppio flash led e dall’imponente cam da ben 13 megapixel.

Parte posteriore pulita composta solo dal logo HTC, dal sistema di riduzione dei rumori, dalla camera da 13 megapixel anch’essa con doppio flash led.

Il tutto assemblato coi soliti standard qualitativi HTC, che sono molto alti, dona una sensazione di solidità e di resistenza, ricordando anche l’impermeabilità del terminale che è in grado di rimanere immerso alla profondità di 1 metro per circa mezz’ora.

Ergonomia: Voto 7

Le dimensioni sono di 151.7×73.8×8.5 mm con un peso di 154 grammi.

Difficile da gestire con una sola mano, se non impossibile, a causa delle dimensioni generose e della scivolosità dei materiali con i quali è composto, nonostante sia smussato sugli angoli.

Le ampie cornici sono giustificate dall’impermeabilità e dalla generosa camera frontale.

Display: Voto 8.5

Pannello costituito da un’unità da 5.2 pollici con una risoluzione fhd 1920×1080, tecnologia IPS con 424 ppi, protetto da Gorilla Glass 3, che come da tradizione HTC garantisce neri molto profondi e ottima visibilità in qualsiasi condizione ambientale.

I tasti virtuali rimangono sempre integrati nel display, anche se in questo Eye a differenza di M8 abbiamo un display di diagonale maggiore che quindi sminuisce gli effetti negativi di tale scelta.

Funzionamento: Voto 9

Mid level nomimale, ma top di gamma reale.

La dotazione tecnologica è di primissimo livello e non ha nulla da invidiare al fratello nobile One M8, anzi…

Il processore adottato da HTC è il performante ed affidabile Qualcomm Snapdragon 801, quadcore da 2,3 ghz, con processore grafico Adreno 330, 2gb ram e 16gb di memoria di massa espandibile.

Connettività LTE, Wi-Fi , hotspot, GPS, AGPS, GLONASS, Usb 2.0, BT 4.0, insomma tutto ciò che la tecnologia attuale ci consente di avere.

Potenza hw che spinge il Desire Eye in modo egregio, senza il minimo lag o impuntamento in qualsiasi condizione di utilizzo.

Il sistema operativo è Andoroid KitKat 4.4.4 con UI HTC Sense 6.0, come sempre curatissima e graficamente accattivante.

Nota davvero positiva che nonostante la personalizzazione di HTC sia imponente e presente a 360 gradi, il sistema operativo di Google rimane sempre come detto in precedenza fluido e reattivo, anche se implementato da numerose funzioni e widget che il produttore taiwanese mette a disposizione dell’utente finale. Ottimo lavoro

Presenti, come in M8, Blinkfeed, che raccoglie le nostre esperienze social e le notizie che preferiamo, Motion Launch, sistema di gestures personalizzabili, e la possibilità di associare come in M8 una Dot Wiev dedicata, consentendo di utilizzare lo smartphone con la propria custodia dedicata programmabile attraverso un’applicazione fornita dal produttore.

Audio / Ricezione : Voto 8.5

Ricezione più che buona , lo smarphone è stato testato con diversi gestori in condizoni difficili, rimanendo sempre collegato alla rete voce e quasi sempre a quella dati.

Audio come da standard HTC di qualità elevata, sia da capsula che in vivavoce, qui aiutato dal doppio speaker con tecnologia Boomsound.

Fotocamera / Multimedia : Voto 8

Il punto di forza del Desire Eye è il comparto multimediale, poiché secondo le volontà del produttore è rivolto ad un pubblico selfie e fotografico.

Le due fotocamere presenti sono di risoluzione 13 megapixel, ambedue dotate di doppio flash led.

La qualità della camera posteriore è superiore a quella anteriore, che appunto è dedicata prevalentemente alla funzione di selfie.

In condizioni di luce naturale la qualità delle foto è molto buona, scade invece in condizioni di luminosità ridotta o artificiale. Il doppio flash led comunque aiuta decisamente.

Ottime le macro, così come i video in full hd, sempre fluidi e veloci.

In sostanza la qualità non tradisce le attese, anche se le foto non sono totalmente nitide e rifinite se viste su un buon monitor.

Htc come di suo consueto interviene pesantemente a livello software, fornendo parecchi filtri e possibilità all’utente finale, come per esempio foto in sequenza, bellezza del viso live, panorama, ed altre simpatiche ed interessanti funzioni che ottimizzano l’utilizzo fotografico dello smatphone.

Player audio come al solito curato e completo, che riproduce con ottima qualità le tracce audio, anche in questo caso aiutati dal sistema audio HTC Boomsound, mentre anche l’audio in cuffia risulta pulito e nitido.

Anche qui il produttore interviene con numerose features e personalizzazioni come per esempio la possibilità di scaricare le varie copertine dei brani.

Player video come quello audio completo e personalizzato da HTC in stile Sense, riproduce senza problemi qualsiasi formato e codec.

Presente la comoda radio fm utile soprattutto agli sportivi.

Browser / Messaggistica: Voto 9

HTC, come sempre, ci fornisce un browser che secondo me è il migliore in circolazione, sia funzionalmente che graficamente.

Rapido nel rendering, nell’adattamento alla pagina e nell’incolonnamento, pinch to zoom istantaneo, carica qualsiasi contenuto senza il minimo rallentamento. Eccezionale.

Molto buona anche la messaggistica di testo, come detto in precedenza con una particolare cura grafica in tema Sense.

Client mail nativo di buon livello, anche se notiamo l’assenza storica, come nelle precedenti versioni, dello zoom. Ma poco male, in questo caso Google ci viene in aiuto con la nuova versione di Gmail che gestisce tutti i principali client.

Tastiera, come sempre nei terminali top di HTC, eccezionale, rapida e precisa, bella e funzionale, precisa anche nei suggerimenti.

Da menzionare infine anche il client Facebook, anch’esso in linea con il resto del reparto messaggistica.

Autonomia: Voto 7.5

Dotato di una 2400 mAh non removibile, ci consente di coprire una giornata di utilizzo medio senza particolari problemi, mentre se utilizzato in modo professionale e messo sotto stress potrebbe arrivare a coprire l’attività quotidiana con degli accorgimenti da parte dell’utente, come per esempio abbassare la luminostità o disattivare connessioni non necessarie.

Quindi nella media dei suoi competitor diretti, senza infamia e senza lode.

Conclusione: Media Voto 8.2

Htc propone il Desire Eye ad un prezzo di 549 euro che secondo noi sono tante.

Il prodotto è valido sotto molti punti di vista, primo tra tutti il valore aggiunto della UI Sense 6.0, con le sue features e personalizzazioni.

La parte multimediale risulta finalmente essere all’altezza anche nel comparto foto, a differenza di quanto accade nei top della serie One.

Il materiale utilizzato è buono, mentre ottima la dotazione tecnologica.

Un potenziale successo se posto in una fascia di mercato consona ad un prezzo raggiungibile dal pubblico giovane al quale esso è rivolto, considerazione effettuata anche nell’ottica di rilancio di un brand che non è più in voga come anni fa.

Un terminale delle serie Desire anche se ottimo dovrebbe mantenere un prezzo più competitivo, e se ciò dovesse avvenire, pensiamo che questo ottimo prodotto potrà dire la sua senza esitazioni, costituendo un buon inizio per il rilancio del blasonato marchio di Taiwan.

Lascia un commento