Android Silver si prepara a rivoluzionare il mondo del robottino verde: ci riuscirà?

Sono mesi ormai che le speculazioni circa Android Silver si stanno inseguendo incessantemente. Per tale ragione, ho deciso di fare chiarezza su questo argomento, soprattutto per la sua portata rivoluzionaria.

Innanzitutto è bene chiarire che Android Silver non è una nuova versione del sistema operativo, bensì sarà una linea di dispositivi che dovrebbe andare a sostituire la famiglia Nexus.

Si può quindi definire Android Silver come un “programma” pensato da Google volto ad offrire agli utenti la migliore esperienza Android possibile, con dei servizi di assistenza pensati appositamente per gli acquirenti di questi smartphone. Ma quali saranno i dispositivi che rientreranno in tale programma?

Secondo fonti ben informate, Big G sceglierà di anno in anno i 5 migliori smartphone del panorama Android, vendendoli all’interno del Play Store (e probabilmente anche nei negozi fisici) aggiornati con l’ultima versione del robottino verde disponibile e soprattutto con un grado di personalizzazione da parte del produttore praticamente nullo (un po’ come avviene con i Google Play Edition).

Gli utenti che acquisteranno uno di questi dispositivi Silver avranno poi diritto ad uno smartphone in prestito in caso di smarrimento del proprio device (esattamente come le auto di “cortesia” da parte dei concessionari) e  ad un “Google Hangout Assistant” per ricevere assistenza in tempo reale 24 ore su 24.

Insomma, un vero e proprio programma “premium” studiato “ad-hoc” dal gigante di Mountain View essenzialmente per due ragioni: da una parte cercare di contrastare il dominio esclusivo di Samsung e iPhone a livello aziendale; dall’altra parte riuscire a fornire agli utenti un’esperienza chiara e soddisfacente dell’ultima release di Android (cosa che non sempre avviene con gli attuali Nexus).

La carne al fuoco di questo programma Silver è davvero tantissima, e sbaglia chi ritiene che questo sia una semplice evoluzione della famiglia Nexus: questa è una vera rivoluzione!

Come sempre però tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, di conseguenza non ci sono sicurezze circa l’eventuale successo di questa strategia di Google. Personalmente credo che le premesse positive ci siano tutte per poter sfondare sul mercato, ma come al solito i meccanismi di marketing sono spesso fuori da ogni logica.

In ogni caso Android Silver dovrebbe vedere la luce nel 2015, per cui potrebbe intervenire delle modifiche e delle novità radicali in questi mesi. Nel frattempo però, vista la portata della questione, mi piacerebbe molto poterne discutere con voi.

Lascia un commento