Recensione LG G2 by Lucio

LG Optimus G2 BlackFinalmente tra le nostre mani l’attesissima evoluzione dell’Optimus g, ovvero il nuovo LG G2, che sin dalla sua presentazione di Agosto ha destato interesse e curiosità.

La confezione che troverete a scaffale comprende il telefono, un caricabatterie da viaggio, cavo dati micro usb/usb, manuale d’uso come sempre davvero minimalista, una graffetta griffata “G” per estrarre il carrello micro sim, e delle bellissime cuffie stereo dotate di telecomando, di ottima qualità design.

Il telefono viene commercializzato in due varianti di colori, l’elegante nero lucido e il fashion bianco, ad un prezzo consigliato al pubblico di 599 euro, come da buona consuetudine Lg sempre un gradino sotto ai top di gamma dei suoi competitor.

In un design molto minimalista e pulito come per tutti gli LG, ed in un peso contenuto in poco meno di 150 grammi ben bilanciati, troviamo tutte le ultimissime tecnologie presenti nel mondo mobile.

A cominciare da un display Gorilla glass 2 da ben 5,2 pollici, tecnologia IPS True Full Hd Zerogap, che rispecchia i canoni dei precedenti top di gamma della casa coreana, ben visibile in qualsiasi angolazione e condizione atmosferica, luminoso e ben definito.

Sulla parte frontale non troviamo null’altro se non la camera da 2.1 mpx,un led di stato ed i sensori di prossimità e luminosità.

Nella parte superiore dello smartphone sono stati posti il microfono per la soppressione dei rumori e la porta irda.

Nella parte inferiore abbiamo gli speaker stereo, la porta micro usb, il jack audio, ed il microfono.

Sul lato sinistro è posto il carrello micro sim, mentre il lato destro risulta completamente pulito.

Sul posteriore vi sono la fotocamera da 13 mpx dotata di stabilizzatore , flash led .

I bilanceri del volume ? eccoli sulla parte posteriore del terminale, con annesso il tasto accensione spegnimento e un led di stato; gli ingegneri Lg si sono distinti dagli altri proponendo questa soluzione in modo da porre i tasti di funzione in prossimità di dove solitamente si appoggiano le dita durante l’utilizzo dello smartphone, in modo da avere una linea più pulita e sobria ed un’impugnatura ergonomica.

Il tutto assemblato come sempre per Lg in modo ineccepibile, nessun rumore “molesto”, scricchiolio o altro, con utilizzo di materiali seppur plastici, ma comunque di buona qualità, un corpo unibody solido e ben bilanciato.

L’ammiraglia Lg è dotata del più potente hw attualmente disponibile; processore Snapdragon 800 da 2.26 ghz, 2gb ram e Gpu Adreno 330 spingono la versione 4.2.2 di Android alla perfezione, consentendo di utilizzare lo smartphone senza rallentamenti significativi .

La memoria fissa non espandibile è di 16gb, ma Lg commercializzerà nel corso del mese di Ottobre anche in Italia una versione a 32gb.

Il sistema supporta le reti GSM GPRS EDGE UMTS HSPA+ e ovviamente LTE 4G, che ci consentono di avere una ricezione nella media dei competitor top di gamma.

Ottimo audio in capsula, pulito e nitido, buono in vivavoce.

Presenti WiFi hotspot, direct, dlna, NFC, radio fm RDS, irda, Bluetooth, agps, porta usb con funzione di hosting.

La batteria integrata è di ben 3000 mah, che consente tranquillamente di coprire un’intera giornata di completo utilizzo dello smartphone senza più preoccuparsi di nulla, sfruttando in pieno le numerose funzioni e potenzialità . Questo davvero è uno dei valori aggiunti che pochi produttori hanno saputo dare ai loro utenti.

La parte internet è davvero eccellente; il browser stock è veloce e reattivo, presenti adattamento della colonna alla pagina , pinch to zoom. Anche le pagine con numerosi contenuti vengono caricate rapidamente e senza blocchi vari.

La messaggistica, come in tutti gli smartphone dotati di Android jelly bean, risulta completa e pratica nell’utilizzo.

Lg ci mette a disposizione una comoda tastiera virtuale con numerose possibilità di personalizzazione; anche la tastiera come tutto il sistema è molto precisa e rapida anche nei suggerimenti.

La sincronizzazione dei dati e dei contenuti, come per qualsiasi dispositivo Android, avviene velocemente attraverso l’account Google, che ci permette di impostare rapidamente contatti, note, ecc…

Ovviamente l’estrema versatilità del sistema operativo ci permette di immettere contenuti multimediali semplicemente con il classico copia e incolla.

La personalizzazione LG come di consueto non è invasiva e va ad implementare il sistema fornito da Google con applicazioni e personalizzazioni molto comode.

Viene ripresa e portata per la prima volta su Android la funzione del risveglio col doppio tap, denominata da Lg KnockOn, in modo da non dover capovolgere ogni volta il telefono se per esempio lo si lascia sulla scrivania per doverci interagire, poiché ricordiamo che il tasto di accensione e spegnimento si trova sulla parte posteriore.

Vengono introdotte una serie di gesture e di swipe che consentono di congelare le app che poi verranno riprese semplicemente scorrendo tre dita sul display.

Come in altri smartphone della casa coreana, sono presenti altre personalizzazioni come le qslide, app in miniatura spostabili in qualsiasi momento sul display del G2, Lg Backup, quick memo, comodissimo per scrivere note direttamente con le dita. In aggiunta con la presenza di porta irda abbiamo anche Qick Remote, che rende il nostro smartphone un vero e proprio telecomando per tv, dvd, ricevitori, ecc…

Altra interessante personalizzazione di Lg è l’introduzione della modalità ospite, una sezione protetta in grado di contenere delle informazioni personali con una maggiore privacy, completamente personalizzabile ed accessibile attraverso una sequenza di sblocco alternativa.

La parte multimediale è stata la maggior piacevole sorpresa; la fotocamera consente di catturare scatti di ottima qualità in qualsiasi condizione ambientale.

Stabilzzatore, autofocus con possibilità di scegliere il punto focale, zoom digitale, e una serie di personalizzazioni LG per scatti speciali ed assistiti consentono di ottenere immagini di ottima qualità. Ma questo lo avete già visto in modo approfondito nella video recensione.

Anche i video in full hd sono di ottima fattura, ovviamente in full hd a 60 fps, sempre fluidi e nitidi.

Anche in questo caso vi sono una miriade di personalizzazioni Lg, come dual recording, audio zoom, pausa e riprendi, ecc…

Audio multimediale in cuffia ottimo, utilizzando gli auricolari in dotazione che sono di qualità superiore alla media. Anche in vivavoce forte e definito. Cosi come il player video, che consente di riprodurre qualsiasi tipo di filmato.

Parte ludica che, come avete già visto nella videorecensione, soddisfa anche i più esigenti. Anche giochi pesanti e complessi girano alla perfezione, spinti da tutto il potente hw che abbiamo a disposizione nel nostro G2.

In conclusione devo dire che questo nuovo LG G2 mi ha completamente soddisfatto. In un design come sempre ricercato, il produttore coreano è stato capace di fornire uno smartphone che ha colmato le lacune del precedente ottimo Optimus G, dotando questo nuovo device di una fotocamera finalmente all’altezza di confronti con altri blasonati competitor.

Display, qualità costruttiva, materiali, audio e ricezione come da tradizione lg anche in questo device rimangono ai massimi livelli. Forse unico piccolo appunto, che viene comunque giustificato dal contenimento del peso, il fatto di aver abbandonato i materiali nobili di Optimus G, per passare a un pur sempre ottimo policarbonato.

Il tutto finalmente sottolineo senza doversi minimamente preoccupare dell’autonomia d’utilizzo.

Davvero complimenti a LG. Un gran passo in avanti con questo ottimo G2, ora per conquistare completamente un pubblico molto esigente come il sottoscritto e molti di voi devono solo continuare seguendo con aggiornamenti costanti e repentini. Ma i presupposti ci sono.

A presto

LG Optimus G2 LG-G2-white LG-G2-black-4 LG-G2-black-6 LG-G2-black-1 LG-G2-white-1 LG-G2-black-5 LG-G2-white-5 LG-G2-black-1

Lascia un commento