TomTom e Castrol insieme per studiare l’impatto del sistema Start&Stop a livello mondiale

Milano, 19 luglio 2013. Castrol, uno dei principali produttori di olio per motore al mondo, ha stretto una partnership con TomTom per studiare l’impatto dei modelli di guida Start & Stop di tutto il mondo. Il rapporto, che evidenzia le conseguenze di questo sistema in 50 città e regioni di tutto il mondo, sarà pubblicato da Castrol e TomTom a settembre 2013.

Gli studi effettuati da Castrol dimostrano che gli automobilisti possono sperimentare fino a 18.000 “Start & Stop” ogni anno. questo studio pionieristico che Castrol e TomTom stanno sviluppando servirà a verificare il numero di Start & Stop nelle diverse città del mondo, e servirà a TomTom per fornire informazioni ancora più precise e dettagliate sui reali tempi di percorrenza e sul traffico, e per analizzare i comportamenti alla guida su tutta la rete stradale, in tutto il mondo.

“Il sistema Start & Stop nel traffico è un problema globale, le cui conseguenze non riguardano solo i tempi di percorrenza, ma anche la microscopica usura del motore causata dai momenti di attesa nel traffico e agli incroci”, spiega Gareth Bracchi,Senior Development Technologist di Castrol. “Grazie alla partnership con TomTom, saremo in grado di misurare con precisione la media di Start & Stop per chilometro nei percorsi urbani, scoprire quali città rivelano situazioni di traffico particolarmente intenso e dimostrare come le auto in città soffrono un maggior rischio di usura”.

“Questa partnership assume un grande valore in quanto sia TomTom che Castrol si prefiggono l’obiettivo di migliorare la vita degli automobilisti gestendo nel miglior modo possibile i momenti trascorsi a bordo delle proprie auto sia per necessità di lavoro, che per un viaggio durante il fine settimana”, affermaRalf-Peter Schäfer, Head of Traffic di TomTom.Siamo entusiasti di lavorare con Castrol e aspettiamo con ansia il momento di poter condividere i risultati di questo studio”.

Lo studio rivelerà le condizioni del traffico in 50 città e regioni in tutto il mondo, tra cui Nord America (New York), Australia (Sydney), Asia (Pechino, Bangkok, Jakarta, Kuala Lumpur), Russia (Mosca), Brasile (Rio de Janeiro), Europa (Londra, Istanbul) e Hong Kong.

Lascia un commento