Recensione Moondrop MIAD01 : un lettore DAC che riesce anche a telefonare

Moondrop è un’azienda cinese fondata nel 2015 che, fino a questo momento, è stata in grado di distinguersi nel segmento audio proponendo auricolari, lettori multimediali e cuffie di ottima qualità, proposte a prezzo decisamente competitivo.

Come molti altri produttori nel passato, Moondrop ha deciso di fare il grande passo, entrando nel competitivo mondo degli smartphone con un dispositivo che ha da subito stuzzicato la nostra curiosità, il MIAD01, caratterizzato, e come non poteva esserlo, da uno spintissimo e sofisticato comparto audio e dalla presenza di ben due diversi jack audio.

Ma non solo i jack, MIAD01 ha in esso un DAC ad alta risoluzione, risultando quindi scelta ideale per tutti coloro che amano ascoltare musica di qualità anche in movimento.

MIAD01 è un mid level, che la società commercializza purtroppo non in Europa ad un prezzo accessibile, che si colloca sotto le Euro 400.

Lettore audio di primo livello, buon smartphone dotato anche di un distintivo e particolare design, che pecca solo per il comparto fotocamera solo sufficiente, anche se per l’utenza alla quale si rivolge pensiamo che questo sia un fattore secondario o comunque non di vitale importanza.

Moondrop MIAD01 è lo smartphone che, come leggerete in questa recensione, farà la felicità degli audiofili più puristi e esigenti.

Moondrop MIAD01 : Voto 7.5

Pro

  • Doppio jack audio, 3.5 e 4.4 mm
  • DAC
  • Qualità riproduzione sonora eccezionale
  • Estetica accattivante
  • Buon display OLED 120 Hz
  • Buone prestazioni generali
  • Tanta memoria, espandibile con micro SD

Contro

  • Fotocamere sottotono
  • Display talvolta impreciso in digitazione
  • Android 13, nessuna notizia per aggiornamenti
  • PlayStore da abilitare

Confezione di vendita Moondrop MIAD01

Particolare il box di vendita, caratterizzato da un disegno manga tipicamente orientale, che richiama il design del terminale e in generale del brand, contenente oltre allo smartphone con pellicola protettiva preinstallata un cavo dati Usb C to C in tessuto, lo strumento per estrazione carrello dual nano sim e la manualistica.

Costruzione design e ergonomia Moondrop MIAD01 : Voto 8.0

MIAD01 rappresenta un’interessante novità nel settore degli smartphone, distinguendosi per un design visivo particolarmente distintivo e per alcune scelte progettuali audaci che meritano un’analisi approfondita.

Nonostante l’uso di plastica per il retro e i lati, la qualità costruttiva del MIAD01 è più che decente. I pulsanti offrono una buona tattilità, e la branding è discretamente rappresentato dal logo Moondrop e dal nome del modello posizionati sul retro del dispositivo.

Sfoggia un elegante schema di colori grigi, in linea con l’estetica sci-fi che caratterizza i prodotti del brand.

Gli accenti arancioni sui pulsanti di accensione e volume aggiungono un ulteriore tocco di stile, rendendo il dispositivo immediatamente riconoscibile. Un punto di forza notevole è il design integrato delle fotocamere posteriori, che non sporgono dalla scocca, conferendo al telefono un aspetto più sleek e compatto.

Non meno importante è la presenza di porte da 3,5mm e 4,4mm sulla parte superiore del dispositivo, una scelta di design che, pur aumentando lo spessore nella parte alta del telefono, non ne compromette l’usabilità.

Questo dettaglio, estendendosi per tutta la larghezza del telefono, assicura anche una stabilità perfetta quando il dispositivo è appoggiato su superfici piane, eliminando qualsiasi oscillazione.

L’unico vero neo di questo design è che la curvatura dello schermo non si estende al retro del dispositivo, risultando in un’estetica asimmetrica che può risultare scomoda. Il dorso piatto può infatti creare disagio durante la presa, rendendo l’utilizzo del MIAD01 meno ergonomico rispetto ad altri dispositivi con schermo curvo su entrambi i lati.

Comunque la scelta del pannello OLED dual-curved è particolarmente interessante: la curvatura è bilanciata in modo tale da offrire i vantaggi di uno schermo curvo senza limitarne l’usabilità, con le ampie bordature laterali permettono una presa confortevole.

Influiscono positivamente sull’ergonomia un peso che si limita a 202 grammi ottimamente bilanciati e uno spessore che nella parte superiore più spessa si ferma a 9.15 mm.

Inoltre la particolare forma della back cover crea una sorta di “scivolo” che permette di appoggiare l’indice e di avere quindi una maggiore presa sullo smartphone: ottima soluzione che sicuramente è stata studiata per conferire un particolare stile, ma che ha anche una valenza ergonomica.

Nonostante alcune pecche, MIAD01 è un dispositivo che colpisce per il suo design unico e le sue funzionalità pensate per un pubblico che cerca prestazioni audio elevate senza rinunciare a uno stile distintivo.

Display Moondrop MIAD01 : Voto 8.0

MIAD01 è dotato di un ampio display AMOLED da 6,7 pollici con risoluzione Full HD+ che supporta un tasso di aggiornamento fino a 120Hz.

Un’esperienza visiva fluida e dinamica, con colori che sono vivaci e i contrasti ben definiti, anche se il livello di luminosità non è il migliore nella sua categoria.

Nonostante ciò, la visibilità all’esterno è sufficientemente buona, il che rende lo schermo adatto all’uso quotidiano.

Una delle criticità riscontrate nell’uso quotidiano del MIAD01 è la lentezza nella risposta al tocco e nell’interazione, che può influenzare negativamente l’esperienza di digitazione e navigazione.

Inoltre, il feedback aptico è debole, rendendo meno piacevole l’utilizzo della tastiera virtuale.

Il dispositivo è equipaggiato con un protettore di schermo pre-applicato di sorprendente qualità, che tutela efficacemente il display da graffi e usura senza compromettere la sensibilità al tocco o la chiarezza visiva.

Il software del MIAD01 è piuttosto essenziale, con poche opzioni di personalizzazione disponibili.

La modalità always-on è limitata a mostrare solo l’orologio digitale, le icone delle notifiche non lette e il livello della batteria, il che risulta in un’esperienza abbastanza basilare.

Buono il funzionamento del sensore di impronte digitali under display, non rapidissimo, ma in ogni caso preciso. Sulla stessa linea anche risultano i sensori di prossimità e luminosità automatica, precisi, ma non prontissimi.

Esteticamente il pannello ci ha convinto grazie ai lati curvi che perfettamente si sposano con il design del terminale, profili sottili e una selfie cam piccola e discreta.

Hardware Moondrop MIAD01 : Voto 8.0

Scheda tecnica Moondrop MIAD01

  • Display: 6.7 AMOLED, FHD+, 120Hz refresh rate
  • Processore: MediaTek Dimensity 7050 5G (6nm)
  • Memory: 12GB RAM DDR4X, 256GB UFS 3.1 espandibile
  • Software & UI: Android 13
  • Camera: 64MP primaria, 8MP ultrawide
  • Selfie Camera: 32MP
  • Connectivitità: Hybrid Dual-SIM (Nano), WiFi 6, Bluetooth 5, GPS, USB Type-C, NFC
  • Batteria: 5000mAh ricarica 33W

Buona la scheda tecnica a corredo del nuovo Moondrop MIAD01, un terminale che rimane centrato sull’esperienza audio, ma comunque in grado di gestire agevolmente tutte le operazioni tipiche di un device mid level.

Il processore a corredo è un Mediatek Dimensity 7050 da 2.6 Ghz, GPU Mali-G68, 12 Gb di memoria Ram DDR4X e 256 Gb di Rom UFS 3.1 espandibili fino a 2 TB attraverso micro SD.

Questa configurazione fornisce una solida base per le operazioni quotidiane, garantendo adeguate prestazioni anche per ciò che riguarda mutlitasking  e elaborazione fotografica, mentre mostra i suoi limiti in scenari di gioco con titoli più esigenti, evidenziando rallentamenti e frame rate instabili.

In ogni caso il dispositivo gestisce senza problemi le attività quotidiane come la navigazione web e l’uso dei social media, grazie a un’interfaccia utente fluida e priva di personalizzazioni invasive.

Centrata sul tema l’espansione di memoria fino a 2 TB, ideale quindi per immagazzinare e portare sempre con se titoli audio in alta definizione, che alla fine è la funzione principale di Moondrop MIAD01, ovvero la riproduzione musicale.

Il terminale supporta Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2, NFC, 5G, dual sim ibrido, doppio jack audio e come detto sopra espansione di memoria.

Decisamente di livello, e come non potrebbe esserlo, l’audio multimediale riprodotto dai due speaker, posizionati sul frame in alto in basso, asimmetrici che garantiscono un’esperienza immersiva, potente e qualitativa grazie ai codec dedicati.

Male invece il motorino della vibrazione ed il relativo feedback riprodotto, che ci fa tornare ai device di fascia medio bassa, ronzante e quasi fastidioso.

Moondrop MIAD01 non si propone come uno smartphone dalle prestazioni eccezionali in termini di hardware e connettività, ma eccelle nel campo dell’audio, confermando l’impegno del brand a offrire la migliore esperienza audio possibile.

Qualità audio Moondrop MAD01 : Voto 9.0

Moondrop MIAD01 si afferma come un dispositivo rivoluzionario per gli audiofili che desiderano integrare la loro passione per la musica di alta qualità: un lettore DAC vero e proprio nello smartphone che si ha sempre in tasca.

È stato concepito per offrire un’esperienza audiofilo all’interno di un dispositivo mobile, una caratteristica sempre più rara nei moderni smartphone.

Non solo per la presenza di un jack per cuffie da 3.5mm, ma anche per l’introduzione di un connettore bilanciato da 4.4mm, una vera rarità, in grado di essere meno suscettibile a interferenze elettromagnetiche e con una migliore forza del segnale rispetto al più comune plug da 3.5mm.

All’interno di MIAD01 ci sono due DAC (Convertitori Digitali Analogici) di fascia alta prodotti da Cirrus Logic, in grado di gestire senza problemi anche le cuffie più esigenti, grazie alla loro capacità di ridurre rumori e distorsioni e di migliorare la chiarezza e la qualità del suono in generale.

Inoltre sono presenti, oltre ai codec SBC e AAC, anche e soprattutto LDAC, fornendo un pacchetto introvabile in nessun altro smartphone.

Il suono è pulito e neutro, senza alcuna distorsione, con un palcoscenico sonoro ampio, un’eccellente chiarezza e una leggera estensione nel registro dei medi-bassi; la qualità del suono è risultata eccezionale.

MIAD01 ha un controllo del volume estremamente preciso, con 100 livelli di regolazione, molto più granulare rispetto alla maggior parte degli smartphone Android.

MIAD01 dimostra che è possibile avere un’esperienza audiofila senza compromessi anche in movimento, nonostante qualche mancanza puramente software.

Software Moondrop MIAD01 : Voto 6.5

Moondrop ha dotato il suo primo smartphone MIAD01 di un’interfaccia estremamente basilare e priva di personalizzazioni, basata ancora su Android 13.

Non si hanno notizie ufficiali in merito a update e tempistiche il che potrebbe risultare strano, ma ancor di più è la presenza “nascosta” di Google e dei suoi servizi, ufficialmente sullo smartphone, ma che necessitano di attivazione.

La UI è basica, si limita a delle icone con un design che riprendono quello del brand, non ha personalizzazioni e presenta solo delle applicazioni proprietarie dedicate all’audio come Audio Console, Radio FM, Music, registratore audio, oltre a un basico file manager, un compasso e una modalità gaming.

La versatilità di Android e la presenza nativa, ma silente, del PlayStore però permette di installare tutto ciò che si necessita, andando a mettere una pezza nella striminzita UI di Moondrop.

Manca inoltre la lingua italiana, ma questo non è un difetto visto che ufficialmente il terminale è previsto solo per i mercati asiatici: l’inglese viene a nostro aiuto, in ogni caso.

In ogni caso un sistema che risulta fluido e snello grazie appunto alla sua leggerezza, che consente di essere utilizzato senza particolari criticità in tutte le operazioni, grazie anche a un hardware adeguato.

Fotocamera Moondrop MIAD01 : Voto 6.5

MIAD01 è equipaggiato con una fotocamera principale da 64 MP con apertura f/1.9 che utilizza un sensore Sony IMX686, affiancato da un obiettivo grandangolare da 8 MP OmniVision OV8856 e una fotocamera frontale da 32 MP con sensore OV32B di OmniVision.

Specifiche quindi di livello medio, che però non sono abbastanza supportate dal software di elaborazione dello smartphone e che non riescono a esprimere i risultati che potrebbero raggiungere.

Ora è anche vero che lo stesso produttore sottolinea che il comparto fotocamera non è il core del device, ma è altrettanto vero che sarebbe potuto essere sfruttato meglio.

In condizioni di buona illuminazione, le immagini scattate risultano accettabili ma non impressionanti. I colori possono apparire decenti, ma ci sono problemi evidenti di messa a fuoco e la resa dei dettagli, come il fogliame, spesso non è accurata. La modalità AI tende ad applicare una saturazione eccessiva, compromettendo la naturalità delle foto. L’obiettivo grandangolare, in particolare, si dimostra poco performante, producendo immagini di qualità inferiore con colori sbiaditi e dettagli granulosi.

In condizioni di scarsa luminosità sono particolarmente deludenti, con immagini che presentano un elevato livello di rumore visivo e oltre tutto la manca una modalità notturna dedicata che potrebbe migliorare la situazione.

La mancanza di dettaglio è evidente, specialmente nei scatti effettuati con il sensore principale, che tende a produrre immagini morbide e rumorose anche di giorno. Il grandangolo soffre ulteriormente di questi problemi, e le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità sono notevolmente inferiori, con difficoltà nella messa a fuoco e nella gestione del rumore.

MIAD01 merita una menzione positiva per quanto riguarda i ritratti e i selfie. Sebbene la gestione dei dettagli sia incostante, in alcuni casi, i risultati possono essere piuttosto buoni e superiori a quanto ci si aspetti.

Il dispositivo supporta la registrazione video fino a 4K a 30 fps dalla camera principale e 1080p a 30 fps dalle altre, con risultati non particolarmente entusiasmanti e presentando una stabilizzazione solo accettabile, ma controllo dell’esposizione, dettagli e acquisizione audio sotto la media.

Le carenze risiedono principalmente nel software, che non riesce a sfruttare appieno il potenziale delle fotocamere.

Autonomia e ricezione Moondrop MIAD01 : Voto 8.0

La batteria integrata da 5.000 mAh con supporto ricarica cablata fino a 33W permette di concludere una giornata stress 7.00/21.00 con un residuo di circa 20%, utilizzando lo smartphone in tutte le sue funzionalità e andandone a sfruttare soprattutto le potenzialità audio.

Buono il risultato, in linea con le nostre aspettative derivanti da una capiente batteria, un processore parsimonioso e un software basico.

Non abbiamo riscontrato criticità in merito alla ricezione, che ci ha soddisfatti nonostante il device sia predisposto per un mercato diverso da quello europeo.

Decisamente di livello, e come non potrebbe essere così in uno smartphone con spiccate qualità audio, la qualità delle conversazioni, sia in capsula che in vivavoce.

Conclusioni e valutazione finale Moondrop MIAD01 : Voto 7.5

MIAD01 è il primo smartphone di Moondrop, azienda conosciuta per la maggiore dagli amanti dell’audio.

Un esperimento a nostro avviso ben riuscito, uno smartphone di livello medio con specifiche più che buone che però ha nel suo essere quello di risultare unico dispositivo mobile in grado realmente di sostituire un lettore DAC portatile.

Si distingue per il doppio jack audio, per un sofisticato sistema in alta risoluzione e la presenza di codec che permettono di avere un’eccezionale esperienza audio capace di soddisfare i fanatici del settore.

Bello e particolare, in linea con la tipologia di prodotto e di utenza, il design: è uno smartphone che non passa inosservato e cattura l’attenzione, ben costruito anche se con materiale plastico.

Molto bello il display OLED curvo sui lati, non precisissimo e luminoso, ma qualitativamente elevato e fluido grazie a una frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz.

Le prestazioni sono buone grazie a un processore equilibrato e alla presenza di memorie rapide, con un ottimo valore aggiunto che è rappresentato dalla possibilità di espandere i 256 Gb  di Rom attraverso micro SD fino a ulteriori 2 Gb.

Basico, ma funzionale, il software che però è basato ancora su Android 13, senza notizie in merito a eventuali update. Questo inoltre non presenta la lingua italiana e soprattutto ha si PlayStore, ma questo necessita di attivazione: solo qualche passaggio, ma non capiamo il perché non sia mostrato out of the box.

Il comparto fotocamera seppur potrebbe raggiungere tecnicamente buoni livelli risulta solo sufficiente, presumibilmente non supportato da un software adeguato: in questo caso Moondrop mostra i suoi limiti di gioventù.

Buona infine l’autonomia e la qualità delle chiamate vocali.

Consigliamo senza esitazioni Moondrop MIAD01 a tutti gli audiofili e a tutti coloro che desiderano possedere un DAC da tenere sempre in tasca in grado di sfruttare cuffie e auricolari anche complessi: un DAC appunto, inserito in un buon smartphone proposto ad un prezzo interessante di circa Euro 400.

Lascia un commento