Recensione Oppo A78 5g

Midrange con stile

Oppo rimarca la sua presenza nel mercato italiano con questo nuovo A78 5G, un terminale di fascia medio bassa che vuole fare dello stile e dell’eleganza fattore fondamentale, come da tradizione del produttore.

Proposto nelle versioni 4/128 Gb ad un prezzo di listino di Euro 329 e 8/128 invece a Euro 369, viene reso appetibile e competitivo dalle numerose offerte che lo collocano a un prezzo inferiore alle 300 Euro nella sua configurazione di punte, rendendolo competitivo e meritevole di riflessioni in fase di scelta del nuovo smartphone, soprattutto per un pubblico giovane e incline alla vita mondana, dove Oppo A78 5G con le sue linee e il suo stile può dare bella mostra.

OPPO A78 5G : Voto 8.0

Pro

  • Design e qualità costruttiva
  • Autonomia eccezionale
  • Buone prestazioni
  • Android 13 nativo
  • Supporto 5G
  • Jack audio 3,5 mm
  • Audio stereo

Contro

  • Prezzo di listino elevato
  • Display HD+
  • Motorino vibrazione 

CONFEZIONE DI VENDITA OPPO A78 5G : Voto 7.5

Nella classica scatola azzurra e di generose dimensioni che caratterizza la serie “A” di Oppo sono presenti, oltre ovviamente lo smartphone:

  • Carica batterie rapido da 33W
  • Cavo dati Usb A to C
  • Pellicola protettiva preinstallata
  • Strumento per estrazione carrello nano sim
  • Manualistica 

Dotazione in linea con quella offerta da altri competitor, che manca solo della cover che abitualmente era presente in altri serie A di questa fascia di prezzo. Tutto sommato comunque non ci si può lamentare, considerato anche che è cattiva abitudine soprattutto dei produttori più noti offrire nella confezione di vendita il solo cavo dati.

COSTRUZIONE DESIGN E ERGONOMIA OPPO A78 5G : Voto 8.5

Solita e aggiungiamo ottima qualità costruttiva dei device Oppo presente anche nel meno nobile A78 5G, che come da tradizione del produttore è assemblato con la massima cura dei dettagli.

La back cover in policarbonato ha verniciatura opacizzata con un inserto ovale lucido, sulla parte superiore del quale sono posizionati i due grandi cerchi del comparto fotocamera principale e la scritta Innovative AI Camera.

Il frame invece è in metallo, cosa che certifica ancor di più la cura che Oppo mette anche nei suoi terminali base, della stessa colorazione della back cover che ricordiamo essere disponibile in uno sgargiante Glowing Blue o nel sobrio Glowing Black.

Lo sporgente tasto di accensione con sensore di impronte digitali inserito è collocato sulla parte destra dello smartphone, su quella sinistra invece sono posizionati i due tasti volume e il carrello dual nano sim o nano sim+micro sd, il lato superiore è pulito mentre in basso, oltre allo speaker di sistema, alla porta Usb C e al microfono si nota con piacere la presenza del sempre più raro jack audio da 3,5 mm.

Nella parte anteriore troviamo l’ampio display da 6,56 pollici con la “goccia” al centro che ospita la selfie cam. Pannello che come in tutti i device di fascia media non è perfettamente simmetrico e che ha delle visibili cornici, anche se non antiestetiche.

Oppo A78 5G gode di certificazione IP54 che lo rende resistente a polvere e schizzi d’acqua, mentre come dichiarato dal produttore può tollerare cadute fino a un metro di altezza.

Le sue dimensioni di 163,8×75,1×8,0 mm e il peso contenuto in 188 grammi lo rendono device maneggevole per gli standard al quale siamo abituati, con un bilanciamento ottimale del peso che lo fa sembrare ancor più leggero di quanto in realtà non lo sia.

Molto azzeccata la scelta del frame in metallo che, oltre a donare un miglior aspetto estetico, facilita la presa e l’impugnatura. Il comparto cam inoltre sporge solo di qualche millimetro e non appesantisce il device.

Stilisticamente Oppo A78 5G riesce ad avere quel tocco di esclusività che di rado si trova in smartphone di fascia medio bassa, con il dettaglio lucido sulla back cover e il comparto cam circolare che alleggerisce tutta la linea dello terminale, che risulta moderno e giovanile, oltre che molto simile a tutti i nuovi device premium presentati nell’ultimo periodo, anche di altri brand che vanno in questa direzione.

Bello e ben costruito, come Oppo ci ha abituato in questi anni, con materiali e soprattutto assemblaggio sopra la media della categoria.

DISPLAY OPPO A78 5G : Voto 7.0

Se design e qualità costruttiva sono i punti di forza di Oppo A78 5G, il display è la specifica che meno si adatta a questo ottimo midrange.

Il produttore utilizza un pannello IPS LCD da 6.56 pollici di diagonale e risoluzione HD+, con refresh rate fino a 90 Hz e luminosità di picco fino a 600 nit, protetto da Panda Glass.

Un display di buona qualità e abbastanza fluido, con colori sufficientemente contrastati e angoli di visuale che permettono un agevole fruizione dello stesso, ma che soffre di una risoluzione solo HD+ e di una luminosità che talvolta rende complicata la visualizzazione in ambienti molto luminosi.

Le cornici invece, che in pannelli IPS LCD sono presenti e marcate non sono simmetriche, ma comunque vengono ben mescolate da Oppo nel design del terminale che quindi non risulta penalizzato da esse.

La selfie cam è inserita nella goccia presente nella parte centrale, un po’ anacronistica, ma comunque nascondibile via software.

Display in definitiva che non pecca in qualità, ma che ha delle specifiche inferiori a tutto il resto del terminale. Non fraintendeteci, perché grazie anche alla frequenza di aggiornamento di 90 Hz tutto il sistema è fluido e godibile, ma ci saremmo aspettati almeno una risoluzione FHD+.

HARDWARE OPPO A78 5G : Voto 8.0

Scheda tecnica Oppo A78 5G

  • Dimensioni: 163,8×75,1×8,0 mm
  • Peso: 188 grammi
  • SoC: Mediatek Dimensty 700 2,20 Ghz (7 nm)
  • GPU: Mali-G57 MC2
  • Memoria:
    • RAM: 4/8 GB DDR4
    • ROM: 128 GB UFS 2.2
  • Reti: 5G Dual SIM (Dual Nano Sim)
  • Connettività:
    • NFC
    • Bluetooth 5.3
    • WiFi a/b/g/n/ac
    • GPS + GLONASS
    • Jack audio 3,5 mm
  • Display: 6,56″ IPS LCD HD+ 90 Hz
  • Fotocamere:
    • Primaria da 50 MP f/1,8 PDAF 
    • Profondità 2 MP f/2.4
    • Anteriore: 8 MP: f/2.0
  • Batteria:
    • 5.000 mAh
    • Ricarica con cavo a 33 Watt

Oppo si affida al processore Mediatek Dimensity 700 da 2,20 Ghz e processo produttivo a 7 nanometri, con nella versione testata da noi e che consigliamo 8 Gb di memoria RAM DDR4X e 128 Gb di memoria utente UFS 2.2, ambedue espandibili (la prima via software, la seconda tramite micro sd escludendo la seconda nano sim).

Un processore che ha come GPU la affidabile Mali-G57 MC2 e che si è dimostrato performante e in linea con le nostre aspettative quando abbiamo utilizzato il device come lo farebbe il 90% e anche più dell’utenza che rivolge le proprie attenzioni verso questa categoria di smartphone.

Ottimo quindi nell’utilizzo medio quotidiano nel quale riesce a essere fluido e privo di scatti grazie anche al software ottimizzato e al display da 90 Hz, mentre va in sofferenza se si ha la pretesa di utilizzare il dispositivo per operazioni evolute quali editing video, gaming evoluto o multitasking professionale.

Inoltre molto buona è la dissipazione del calore e la gestione dello stesso, così come non abbiamo mai avuto sbalzi energetici improvvisi. Tutto sempre proporzionale all’utilizzo, a dimostrazione della bontà del processore e dell’ingegnerizzazione di Oppo nel gestire spazi e volumi.

Molto bene il comparto connettività, superiore alla media dei competitor con la presenza del supporto 5G, dual sim ibrido con possibilità di espandere la memoria attraverso la micro sd, GPS Glonass, NFC, Bluetooth 5.3, WiFi 6, audio stereo e jack da 3,5 mm.

Audio quindi stereo, con la riproduzione multimediale che avviene attraverso lo speaker posto nel frame in basso e quello invece utilizzato per la capsula altoparlante, che permette di avere un’esperienza adeguata, anche se non paragonabile a smartphone di categoria superiore, con i bassi che sono prevalenti rispetto ai medi e agli alti.

Sempre precisi e efficienti i sensori di prossimità, luminosità automatica e di impronta digitale, quest’ultimo davvero fulmineo e posto in comoda posizione laterale all’interno del tasto di accensione/spegnimento.

Meno buono invece il motorino della vibrazione ed il relativo feedack riprodotto, un po’ troppo ronzante e scattoso, non come piace a noi e come Oppo ci aveva abituati.

FOTOCAMERA OPPO A78 5G : Voto 7.5

Fotocamere:

  • Primaria da 50 MP f/1,8 PDAF 
  • Profondità 2 MP f/2.4
  • Anteriore: 8 MP: f/2.0

Oppo A78 5g è dotato di un buon sensore da 50 Mpixel che ci consente di effettuare scatti ben definiti in condizione di luce ottimale, la qualità decresce al calare della stessa, il discorso vale anche per le macro e la modalità ritratto, molto precise, il video è discretamente fluido e luminoso.

SOFTWARE OPPO A78 5G : Voto 8.5

Oppo A78 5G, al pari dei fratelli maggiori, viene lanciato con la nuova ColorOS 13 basata su Android 13.

È davvero da applaudire il produttore che dimostra impegno e innovazione anche in device di fascia medio bassa, come solo pochi altri fanno, e che quindi garantisce la stessa dotazione software presente in altri suoi terminali ben più nobili e costosi.

La ColorOS è interfaccia grafica che abbiamo già conosciuto in Oppo Reno8, Find X e N, e della quale abbiamo apprezzato la grande personalizzazione, la razionalità e la pulizia e soprattutto tutta una serie di funzionalità che facilitano l’utilizzo dello smartphone attraverso barre laterali, gesture e comandi rapidi, tutti personalizzabili a piacimento in base alle proprie preferenze.

Sono inoltre presenti la Gaming Mode e la possibilità di ampliare la Ram virtualmente, cosa che tra l’altro non abbiamo fatto durante il nostro test non sentendone esigenza, e le simpatiche, ma effettivamente poco utili, air gesture.

Inoltre rimarchiamo sempre la tempestività con  la quale Oppo aggiorna i propri smartphone di tutte le fasce, compresa questa medio bassa. Durante il nostro test abbiamo ricevuto un update che è andato a migliorare le performance di Oppo A78 5G e a correggere i bug.

AUTONOMIA E RICEZIONE OPPO A78 5G : Voto 9.0

La batteria integrata da 5.000 mAh permette a Oppo A78 5G di essere utilizzato intensamente per quasi due giorni, che possono addirittura diventare tre con un utilizzo moderato, permettendo di definirlo un vero e proprio battery phone.

Ottimo questo risultato se consideriamo peso e dimensioni del terminale, oltre che le prestazioni molto buone e tutte le specifiche in esso contenute, a dimostrazione della bontà del processore e che la scelta di un display meno energivoro e brillante può avere il suo lato positivo nell’autonomia di esercizio davvero impressionante e con pochi eguali.

Anche la velocità di ricarica fino a 33W è un valore che pone Oppo A78 5G in posizione di favore rispetto a altri competitor della stessa categoria che si fermano a 20 o massimo 25W. Un valore aggiunto, ma non determinante considerato quanto dura mediamente la batteria del terminale, non facendoci sentire la necessità di ricariche rapide d’emergenza.

Molto buona anche la ricezione che non ci ha mai dato nessun problema sia per le chiamate vocali che per la trasmissione dati. Anche in questo caso la back cover in policarbonato secondo noi aiuta una maggior penetrazione del segnale radio permettendo a Oppo A78 5G di essere, oltre che adatto a un pubblico fashion e giovane, anche a tutti coloro che professionalmente necessitano di un device sempre raggiungibile e con una batteria performante.

La qualità delle chiamate vocali è buona, con voce pulita e udibile, anche se leggermente gracchiante se utilizziamo volumi elevati.

CONCLUSIONI E VALUTAZIONE FINALE OPPO A78 5G : Voto 8.0

Oppo A78 5G è uno smartphone che va valutato per il prezzo medio al quale può essere acquistato, più che per il listino al quale è proposto.

Attualmente è disponibile nella configurazione 8/128 Gb da noi consigliata a un prezzo di Euro 279 comprensivo degli auricolari Oppo Enco 2 direttamente sull’e-commerce del produttore.

Un esborso economico che a nostro avviso permette al nuovo A78 5G di essere perfettamente in competizione con altri device di questa categoria.

A78 5G può vantare un’autonomia da primato, buone e stabili prestazioni, un design e una qualità costruttiva che gli permette di essere in posizione predominante e un software maturo, completo e ben seguito dal produttore con aggiornamenti costanti.

Ottima anche la presenza del supporto 5G, dell’audio stereo e del jack da 3.5mm, mentre il comparto fotocamera è da giudicarsi adeguato alla categoria di appartenenza, senza infamia e senza lode.

Vanno invece accettati dei compromessi nel display, che ha risoluzione solo HD+ e nel motorino della vibrazione.

Un device di fascia medio bassa che a 279 Euro ci sentiamo di consigliare a chi fa del design parte importante nella scelta del dispositivo, ma anche a tutti coloro che necessitano uno smartphone che, oltre a essere gradevole e ben costruito, abbia adeguate prestazioni e soprattutto un’autonomia di esercizio che consenta un utilizzo professionale senza limitazioni e pensieri.

Lascia un commento