Recensione Realme 10

Ottimizzato per essere efficiente

Il brand che più di ogni altro ha come core il rapporto qualità/prezzo lancia sul mercato globale il nuovissimo Realme 10, uno smartphone mid level che è figlio dei tempi duri che purtroppo tutti noi stiamo vivendo, post pandemia e in piena emergenza energetica, bellica e di reperibilità di materie prime.

Ma nonostante ciò, grazie appunto alla capacità di adattamento tipica del giovane marchio e all’abitudine nel tirare fuori dal cilindro prodotti validi anche con budget ridotti, Realme 10 risulta essere device moderno in grado di soddisfare un’ampia gamma di utenza, con anche un gradevole design, curato e particolare.

REALME 10 : Voto 8.5

Pro :

  • Ottimo display AMOLED 90 Hz molto luminoso
  • Protezione Gorilla Glass 5
  • Estetica curata e gradevole
  • Sottile e leggero
  • Ottima autonomia e tecnologia SuperVOOC a 33W
  • Supporto micro sd + dual sim
  • Jack audio da 3.5 mm
  • Ottime prestazioni per la categoria di appartenenza

Contro :

  • Mancano sensori cam di supporto adeguati
  • Nessuna certificazione IP
  • Lettore di impronta digitale lento
  • Non ha supporto 5G

CONFEZIONE DI VENDITA REALME 10 : Voto 9.0

Il classico box giallo, con la scritta Realme 10 nera in bella vista, contiene :

  • Smartphone
  • Carica batterie SuperVOOC da 33W
  • Cavo dati Usb A to C
  • Cover in silicone semitrasparente
  • Pellicola protettiva preinstallata
  • Attrezzo per apertura carrello micro sd/ nano sim
  • Manualistica 

Nonostante il budget ridotto, Realme coccola sempre i suoi clienti fornendo tutto ciò che serve per un corretto utilizzo dello smartphone senza esborsi economici aggiuntivi, con un carica batterie rapido da 33W, una cover dedicata di ottima qualità ( anche se avremmo preferito completamente trasparente ) e una pellicola protettiva preinstallata, anch’essa ben fatta.

Realme dovrebbe essere presa da esempio da molti e blasonati brand, per come cura le dotazioni di vendita anche in prodotti di fascia medio/bassa.

COSTRUZIONE DESIGN E ERGONOMIA REALME 10 : Voto 8.0

Realme 10 riprende il design che la casa madre ha introdotto con il nuovo entry level C33 ( QUI la nostra recensione ), denominato “Boundless Sea Design”, letteralmente un mare sconfinato.

Completamene costruito in policarbonato, sia per il contenimento dei prezzi che per quello del peso, che infatti si riduce in soli 179 grammi, è disponibile nelle colorazioni Clash White e Rush Black.

La prima, oggetto della nostra recensione, ha delle finiture glitterate che tendono a offrire dei riflessi rosa oro e azzurro, in base all’esposizione alla luce e all’inclinazione dello smartphone. La Rush black, invece, più sobria, mantiene sempre l’effetto brillantato, ma con sfumature che tendono al blu scuro.

Linee quindi recentemente rinnovate da Realme, che riprendono quelle di un notissimo smartphone, che da sempre è fonte di ispirazione per moltissimi produttori.

Realme 10 si presenta come un “mattoncino” con angoli arrotondati e frame piatto, con la back cover che ha al suo interno i due sensori fotocamera, circolari e divisi come nel C33, ed un piccolo flash led.  Manca quindi il vecchio, antiquato e inflazionato comparto cam sporgente e ben definito, a favore di una soluzione stilistica nettamente più bella e moderna, con i due sensori che sporgono solo di qualche millimetro. Completano la vista posteriore il logo Realme con le varie certificazioni.

Il frame, con verniciatura opaca, ha nella parte sinistra il carrello dual nano sim e micro sd, su quella destra il tasto on/off con sensore di impronte digitali integrato e il bilanciere volume, su quella superiore il solo microfono, mentre la parte inferiore contiene il gradito e utile jack audio da 3,5 mm, un ulteriore microfono, la porta Usb Type C e lo speaker audio.

Frontalmente è presente il display da 6,43 pollici di diagonale, interrotto in alto a sinistra dalla piccola selfie cam, che presenta delle cornici che sono abbastanza adeguate e proporzionate, ma con quella inferiore più pronunciata che spezza la simmetria e influisce sull’estetica. In ogni caso non dobbiamo dimenticare che Realme 10 è un device di fascia medio bassa.

Non solo peso ridotto, ma anche e soprattutto lo spessore di soli 7,95 mm e lunghezza/larghezza di 159,9×73,3 mm rendono molto maneggevole e gradevole da usare lo smartphone. Realme in questo caso ha ben ottimizzato e bilanciato i componenti offrendo un device che può accontentare anche coloro che odiano i “padelloni”, con un’azzeccata scelta di un pannello da poco più di 6.4 pollici, che per gli standard attuali non è “ne grande ne piccolo”.

Uno smartphone gradevole, con un design ricercato e moderno, ben costruito, anche se con materiali standard. Ottimo però è l’assemblaggio, privo di imperfezioni e di scricchiolii.  

La percezione visiva è quindi superiore alla categoria di appartenenza.

DISPLAY REALME 10 : Voto 8.5

Realme punta forte sul display, che è un ottimo 6.43 pollici di diagonale con tecnologia AMOLED, risoluzione FHD+, refresh rate fino a 90 Hz, densità di 411 ppi e una luminosità massima che arriva fino a 1.000 nit, il tutto protetto da Gorilla Glass 5.

Un pannello decisamente sopra la media dei competitor presenti nella stessa fascia di mercato, con una luminosità davvero notevole. Ottimi anche contrasto, bilanciamento dei colori, bianchi e neri.

Inclinando lo smartphone e utilizzandolo anche all’aperto o comunque sotto la luce diretta delle fonti, possiamo comunque utilizzare senza affanni tutti i contenuti, grazie quindi a una luminosità sopra la media.

La tecnologia AMOLED permette di avere il comodissimo Always On Display, che come sempre in casa Realme è ampiamente personalizzabile in forma e contenuti, oltre che programmabile per fasce orarie.

Il sensore di prossimità è molto preciso, mentre quello di luminosità automatica risulta leggermente più lento di quanto il produttore ci abbia abituati in passato.

Realme ci permette tramite una sezione dedicata di andare a modificare e settare modalità scura, luminosità, temperatura del colore, velocità di aggiornamento ( automatica, standard e alta ), motore 01 Ultra Vision, ecc…

Un display che ci ha soddisfatto, sopra le nostre aspettative e sopra la media di quelli montati da altri brand in questa fascia di mercato

Non ha, ovviamente, le ultimissime tecnologie presenti, ma in ogni caso la qualità e soprattutto la luminosità sono punti a favore di primaria importanza per l’utente finale. Unico neo, se proprio dobbiamo essere pignoli, è il bordo inferiore pronunciato. Ma è solo una questione estetica e non funzionale.

HARDWARE REALME 10 : Voto 8.0

Scheda tecnica Realme 10

  • Dimensioni: 159.9×73.3.6×7.95 mm
  • Peso: 179 grammi
  • SoC: MediaTek Helio G99 2.2 Ghz ( 6 nm )
  • GPU: Mali-G57 MC2
  • Memoria:
    • RAM: 8 GB DDR4X
    • ROM: 256 GB UFS 2.2
  • Reti: 4G Dual SIM (Dual Nano Sim)
  • Connettività:
    • Bluetooth 5.3
    • WiFi a/b/g/n/ac
    • GPS + GLONASS
  • Display: 6,43″  AMOLED  FHD+ 90 Hz
  • Fotocamere:
    • Primaria da 50 MP f/1.8  Eis PDAF 
    • Profondità  2.0 MP f/2.4
    • Anteriore: 16 MP: f/2.5
  • Batteria:
    • 5.000 mAh
    • Ricarica rapida SuperVOOC 33W

Realme opta per la nuova CPU MediaTek Helio G99 da 2.2 Ghz con 8 Gb di memoria Ram DDR4X a supporto, che può essere espansa dinamicamente via software e una capacità di storage pari a 128 Gb UFS 2.2, espandibile tramite micro sd indipendentemente dall’utilizzo o meno della seconda nano sim.

Un buon processore, a livello prestazionale equiparabile allo Snapdragon 695 di Qualcomm, capace di svolgere tutte le operazioni senza una velocità da primato, ma comunque privo di scatti e impuntamenti. 

Il sistema gira con una buona fluidità, aiutato anche dall’ottimizzazione software e dai 90 Hz di refresh rate del display; nelle operazioni invece più complesse, come per esempio sesso sessioni di gaming continuative o multitasking evoluto, talvolta, ma solo sporadicamente, tende ad arrancare.

Buona la gestione del calore, grazie anche all’ampia esperienza accumulata in merito da Realme. Nonostante i materiali plastici del corpo centrale, più soggetti a riscaldamenti rispetto al metallo, non abbiamo notato thermal throttling.

La connettività è completa, al netto del supporto 5G che in questa versione manca. Troviamo invece il supporto dual sim, la possibilità di espandere la memoria tramite micro sd continuando a utilizzare le due nano sim, GPS Glonass, WiFi Ac e Bluetooth 5.1, chip NFC e anche il jack audio da 3.5 mm.

L’audio multimediale è solo mono, viene emesso dallo speaker posto in basso a sinistra, ma comunque è di buona qualità e soprattutto il volume di ascolto è veramente elevato grazie alla tecnologia UltraBoom che riesce ad aumentarlo fino al 200%.

Il sensore di impronta digitale, posto nel tasto di accensione è sempre preciso, ma stranamente per un dispositivo Realme risulta essere a volte lento. Molto buoni invece i sensori di prossimità ( fisico ) e di luminosità automatica, che non perdono un colpo.

FOTOCAMERA REALME 10 : Voto 7.5

Fotocamere:

  • Primaria da 50 MP f/1.8  Eis PDAF 
  • Profondità  2.0 MP f/2.4
  • Anteriore: 16 MP: f/2.5

Realme 10 è dotato di una buona cam da 50Mpixel che ci consente di ottenere scatti ben definiti e luminosi in condizione di luce ottimale, al calare della stessa la qualità scende in proporzione, d’altra parte stiamo parlando di un entry level da 250€, video ripresa non fluidissima, nel complesso una cam più che discreta.

SOFTWARE REALME 10 : Voto 8.5

Il software a bordo è Android 12, con patch  di sicurezza aggiornate a Settembre 2022, con la solita personalizzazione Realme UI 3.0, che abbiamo già apprezzato e conosciuto in tuti i più recenti dispositivi del produttore.

L’esperienza d’uso quindi è la medesima che possiamo godere, e sottolineiamo godere, in tutti i recenti Realme.

Una UI che è piacevolmente ottimizzata, scattante e veloce, oltre che, come piace a noi, razionale e ordinata. Realme sfrutta parecchie applicazioni native di Google, come telefono, messaggi, contatti, e implementa tutta una serie di personalizzazioni all’interno di un’unica sezione specifica, dove praticamente si può plasmare lo smartphone a proprio piacimento.

Non mancano overboost per il gaming, la possibilità di espandere virtualmente la memoria Ram e debutta la possibilità di aumentare il volume di ascolto fino al 200%, che va a discapito ovviamente della qualità, ma realmente da la sensazione di “essere nettamente più forte”.

Infine ricordiamo essere presenti tutte le classiche scorciatoie funzioni intelligenti, come barra laterale, finestre flessibili, gesture e ottimizzazioni per utilizzo con una sola mano.

Realme UI 3.0 è un’interfaccia matura, che segue un processo di evoluzione costante negli anni, col fine di aggiungere funzionalità e di razionalizzarne la struttura. La casa madre inoltre garantisce due major update, per aumentare la longevità del terminale.

AUTONOMIA E RICEZIONE REALME 10 : Voto 9.0

La batteria integrata non removibile ha la capacità di ben 5.000 mAh, con supporto ricarica rapida SuperVOOC a 33W sfruttabile grazie al carica batteria rapida incluso nella confezione di vendita.

Grazie a un processore parsimonioso e a un software ottimizzato, l’ampia batteria consente di coprire ampiamente una giornata stress lavorativa, sfruttando tutte le potenzialità dello smartphone senza preoccupazioni.

Se l’utilizzo non è professionale, riusciremo a spingere Realme 10 fino a quasi due giorni continuativi di utilizzo senza la necessità di ricaricare la batteria.

I tempi di ricarica sono molto buoni per un dispositivo di questa categoria di mercato. Un ciclo completo viene coperto in circa 75 minuti. Se si ricarica lo smartphone nelle ore notturne il software ottimizzerà la potenza erogata dal carica batterie, diminuendone la velocità a favore della longevità della salute e della vita della batteria.

La ricezione sia voce che dati non ci ha dato nessun problema, come in tutti gli ultimi smartphone Realme testati in questo 2022, sia con gestori fisici che virtuali. Chiamate e navigazione internet non sono quindi difficoltose, cosa che può sembrare scontata recensendo uno smartphone, ma che purtroppo non è sempre cosi.

Un  vero e proprio battery phone con estetica di un semplice “smartphone”, adatto a chi cerca grande autonomia.

PREZZO REALME 10

Realme 10 viene proposto ad un prezzo di listino di Euro 279,00, nell’unica versione 8/128 Gb. Un esborso economico che scende a Euro 249,00 con l’immancabile offerta early bird che caratterizza il lancio di tutti gli smartphone.

Spendiamo due parole in merito al prezzo. Realme nonostante il momento storico molto complicato che stiamo vivendo è stata in grado di contenere il prezzo e soprattutto di ottimizzare i contenuti tecnologici con i costi di produzione, andando a concentrarsi su features principali e richieste dalla tipologia di utenti che si rivolge a un dispositivo come Realme 10. Un applauso.

CONSIDERAZIONI FINALI REALME 10 : Voto 8.0

Realme 10 è uno smartphone che fa della concretezza il suo punto forte. Ma non solo.

Estetica curata, design gradevole e prestazioni soddisfacenti sono presenti in questo nuovo smartphone di Realme. Ottimi e nettamente al di sopra della categoria di appartenenza sono display e autonomia di esercizio, da primato.

Inoltre la possibilità di espandere la memoria tramite una micro sd indipendentemente dall’utilizzo del supporto dual sim e la presenza del jack audio da 3.5 mm sono specifiche rivolte soprattutto ad un pubblico giovane, sempre a caccia di più gb possibili e con la necessità di utilizzare le proprie cuffie preferite.

La concretezza e il design prima di tutto, in nome del contenimento dei costi e del prezzo conseguente di vendita.

Mancano in questo senso il supporto 5G, che in questa categoria di mercato non è una specifica basilare. Il comparto cam è basico e senza fronzoli, con un sensore principale che cattura scatti con una qualità sufficiente, mente non sono stati inseriti sensori wide, zoom e supporto video 4K. Non sono presenti infine costose certificazioni IP, oltre che audio stereo, compensato con uno sforzo del produttore che ha brevettato una specifica sw in grado di aumentare il volume di ascolto.

Uno smartphone concreto che punta su features primarie (display e autonomia ) e su un’estetica accattivante, adatto a tutti coloro che cercano buon terminale, moderno e ultimo grido, ma che non vogliono o non hanno la possibilità di investire cifre importanti.

Lascia un commento