Recensione Realme 9 Pro 5g

La concretezza made in Realme

L’azienda cinese Realme, parente stretta della blasonata ed apprezzata Oppo, è chiamata nel corso di questo 2022 a consolidare e addirittura oltrepassare la prepotente ascesa della quale è stata protagonista nel passato anno, che la ha vista proporre una serie di successi non passati inosservati.

In questa ottica Realme presenta la sua nuova serie 9, composta dall’entry level 9i, dal mid level 9 Pro e dal 9 Pro Plus, che ha spiccate caratteristiche fotografiche e si pone al vertice della famiglia. Sono diretti successori dell’apprezzatissima serie 8 che abbiamo avuto modo di testare nel corso del 2021.

A differenza di quanto ci dica il nome, Realme 9 Pro, terminale in oggetto della nostra recensione, non è il diretto successore di 8 Pro ( che aveva come core le qualità fotografiche con la sua cam principale da 108 Mp ), ma bensì di 8 5G, che si è fatto distinguere per la sua solidità e concretezza di prestazioni, sempre con un occhio di riguardo all’immancabile rapporto qualità prezzo, che per la società cinese è dogma.

REALME 9 PRO 5G : Voto 8.0

Pro :

  • Autonomia eccezionale
  • Solido e ben costruito
  • Android 12 nativo
  • Software maturo e completo
  • Jack audio 3.5 mm
  • Display LCD ampio e luminoso ( 120 Hz )

Contro :

  • Competitor agguerriti 
  • Display non AMOLED
  • Prestazioni nella media
  • Fotocamera sotto tono

CONFEZIONE DI VENDITA REALME 9 PRO 5G : Voto 9.0

Il classico box giallo che caratterizza i prodotti mid level di casa Realme è composto da :

  • Smartphone
  • Carica batterie rapido Super Dart da 33W
  • Cavo dati Usb Type C
  • Custodia in tpu semitrasparente
  • Pellicola protettiva preinstallata

Come sempre ottima dotazione di serie, che consente all’acquirente di utilizzare senza ansie il terminale out of the box, cosa sempre più rara. 

COSTRUZIONE ED ERGONOMIA REALME 9 PRO 5G : Voto 8.0

Realme 9 Pro è uno smartphone che rispecchia la filosofia della casa madre anche per quanto riguarda il suo aspetto e la sua costruzione.

Si presenta come uno smartphone ben realizzato e che dona un senso di solidità quando lo si maneggia. Le colorazioni disponibili sono :

  • Sunrise Blue
  • Aurora Green
  • Midnight Black

Due colorazioni più sobrie, aurora green ( quella ricevuta in test dalla nostra redazione ) e midnight black, mente una merita menzione, ovvero Sunrise Blue, capace di cambiare tonalità di colore se esposta ai raggi UV passando a un rosa/rosso molto particolare ed accattivante. Scenografica .

Realizzato completamente in policarbonato di ottima qualità, pesa 195 grammi, mentre le sue dimensioni sono di 164.3×75.6×8.5 mm

La back cover lucida e con una sorta di effetto glitter non può essere esente da ditate derivanti dall’utilizzo, ma dona un particolare effetto cromatico che lo differenzia da altri competitor. 

Al suo interno è presente, in alto a sinistra, il comparto camera composto da 3 sensori e dal flash led, leggermente sporgente. Il frame, anch’esso in policarbonato con finiture simil alluminio, presenta sul lato sinistro il carrello dual nano sim e i tasti volume, su quello destro il tasto accensione/spegnimento con al suo interno il sensore di impronta digitale, su quello superiore il microfono mentre su quello inferiore lo speaker, un ulteriore microfono, la porta Usb Type C e l’apprezzato quando presente jack audio da 3,5 mm.

La sezione anteriore vede protagonista l’ampio display da ben 6.6 pollici di diagonale, interrotto nel suo angolo sinistro dalla presenza della selfie cam.

Solido e ben costruito, risulta facilmente maneggiabile nonostante le dimensioni non siano compatte, questo grazie all’ottimo bilanciamento del peso su tutta la sezione dello smartphone e ai suoi angoli leggermente arrotondati.

Il design, a differenza delle colorazioni, non “ osa “ più di tanto, confermando una scelta abbastanza conservativa della casa madre, che vuole continuare la propria ascesa nel segno della continuità. Comunque risulta uno smartphone anche dal punto di vista estetico gradevole, seppur privo di carattere.

DISPLAY REALME 9 PRO 5G : Voto 8.0

Il pannello utilizzato da Realme per il suo nuovo 9 Pro 5G è un 6.6 pollici di diagonale 20:9, risoluzione FHD+, tecnologia IPS LCD Ultra Smooth, refresh rate fino a 120 Hz, campionamento del tocco 240 Hz, 440 ppi di densità.

Un ottimo pannello, luminoso e ben contrastato, dotato di colori nitidi e capace di essere ben visibile anche sotto la luce diretta del sole, come sempre ci ha abituato Realme.

La frequenza di aggiornamento può essere sia automatica che manuale e varia da 60 Hz a 120 Hz, rendendo lo smartphone fluido nel suo utilizzo già a 90 Hz, settaggio che ci ha dato un miglior compromesso tra prestazioni e autonomia.

Le cornici ci sono, essendo un pannello LCD, ma non influiscono più di tanto sull’estetica del device, poiché ben in simbiosi con il telaio dello stesso.

Sensori di luminosità automatica e di prossimità sono precisi e ben funzionanti, cosa che può sembrare scontata, ma non lo è.

Un bel display IPS LCD quindi che però se la deve giocare con i competitor, che spesso in questa fascia di mercato montano AMOLED, anche se con una frequenza di aggiornamento che si ferma a 90 Hz. 

Non avendo uno schermo AMOLED, quindi, Realme 9 Pro 5G è privo di Always On Display.

HARDWARE REALME 9 PRO 5G : Voto 8.0

Scheda tecnica Realme 9 Pro 5G

  • Dimensioni: 164.3×75.6×8.5 mm
  • Peso: 195 grammi
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 695 5G  2.2 Ghz (6 nm)
  • GPU: Adreno 619
  • Memoria:
    • RAM: 6/8 GB 
    • ROM: 128 GB UFS 2.2
  • Reti: 5G Dual SIM (Dual Nano Sim)
  • Connettività:
    • NFC
    • Bluetooth 5.1
    • WiFi a/b/g/n/ac
    • GPS + GLONASS
  • Display: 6,6″  IPS LCD FHD+, 120 Hz
  • Fotocamere:
    • Primaria da 64 MP f/1,8 Eis PDAF 
    • ultra grandangolare da 8 MP: f/2.2
    • macro 2 MP f/2.4
    • Anteriore: 16 MP: f/2.1
  • Batteria:
    • 5.000 mAh
    • Ricarica con cavo a 33 Watt

Il processore montato da Realme sul 9 Pro 5G è un Qualcomm Snapdragon 695 5G octa core 2.2 Ghz processo produttivo 6 nanometri, GPU Adreno 619, dotato nell’unità oggetto del nostro test di 8 Gb di memoria Ram e 128 Gb di memoria utente espandibili tramite micro sd, ovviamente rinunciando al supporto dual sim essendo un terminale ibrido.

Il processore prestante, unito alla buona dotazione di memoria Ram ed a un sistema operativo sempre più funzionale e ottimizzato, senza dimentica il display con un’elevata frequenza di aggiornamento, forniscono un’ottima fluidità di utilizzo in tutti gli ambiti nel quale lo smartphone è impiegato, anche più complessi come multitasking e gaming.

Non soffre di impuntamenti, cosi come la dissipazione del calore è impeccabile. Da questo punto di vista Realme dimostra capacità superiori ad altri competitor, fornendo all’utilizzatore finale dei terminali che hanno sempre buone prestazioni rapportate alla fascia di mercato nelle quali si collocano.

Non è il top della sua serie, ma ha prestazioni del tutto similari al suo fratello maggiore 9 Pro Plus 5G, nonostante un processore inferiore. 

Realme 9 Pro 5G ha il supporto 5G, WiFi, Bluetooth 5.1, GPS Glonass, NFC e cosa che lo contraddistingue in modo positivo da altri competitor il jack audio da 3.5 mm.

Il sensore di impronta digitale, classico e posto nel tasto on/off, è preciso e sensibile anche se non permette di sbloccare il telefono con un solo tocco, ma necessita di una prima pressione per accendere il display dello smartphone e di una ulteriore per il riconoscimento del dito.

L’audio è mono, nonostante ciò la qualità e il volume sono accettabili, anche se manca l’effetto 3D fornito dai due speaker.

Realme 9 Pro 5G è quindi il classico smartphone della casa cinese, solido e concreto anche dal punto di vista hardware, che punta tutto sulla affidabilità e longevità. 

SOFTWARE REALME 9 PRO 5G : Voto 8.5

Realme 9 Pro 5G è il primo terminale della casa a montare Android 12 nativo con interfaccia grafica personalizzata Reale UI 3.0.

Parente stretta dell’ottima ColorOS di Oppo, porta tutte le migliorie soprattutto in termini di sicurezza tipiche del nuovo OS di Google, ma non solo. 

Esteticamente non si discosta dalle precedenti versioni di Realme UI, anche se tutta la nuova interfaccia grafica ha la sensazione di essere più ordinata e più curata dal punto di vista puramente grafico.

Le personalizzazioni che Realme ha progettato per la UI sono molteplici, e consentono di creare a proprio gusto e piacimento un sistema che permette di cambiare i font, i temi, i colori di base, la forma e le dimensioni delle icone e della status bar e gli sfondi.

La gestione del multitasking è stata nettamente migliorata e risulta ora più fluida e funzionale, sfruttando al meglio la barra laterale, anch’essa personalizzabile con collegamenti alle applicazioni che più utilizziamo.

La navigazione del sistema può essere attivata attraverso i tasti virtuali, per i più conservativi, o sfruttando le precise gestrure, anch’esse personalizzabili. 

Presente la modalità scura e quella confort, anche se meno di impatto sfruttando solo un display LCD.

Come in tutti gli ultimi smartphone Realme, anche su 9 Pro 5G abbiamo la possibilità di estendere via software, qualora ne avremmo necessità, la quantità della memoria Ram che il sistema operativo può essere ampliata di ulteriori 5 Gb, arrivando nel nostro caso ad un totale di 13 Gb ( 8 Gb fisici + 5 Gb virtuali ).

Non manca infine la modalità gaming, che ottimizza le risorse per offrire un’esperienza ludica più spinta possibile.

Anche in questo caso quindi Realme ci fa comprendere quanto stia crescendo e quanto sia consolidata nel settore, fornendo un software che si è ampiamente personalizzato, ma che mai risulta invasivo e pesante, permettendo all’utente finale di ottimizzare e personalizzare l’intera interfaccia grafica senza mai appesantirla.

Sempre fluido e scattante, Realme 9 Pro 5G è un dispositivo piacevole da usare, anche se non dispone di prestazioni elevate soffrendo sporadicamente nelle sessioni di gaming stressanti.

FOTOCAMERA REALME 9 PRO 5G : Voto 7.0

  • Fotocamere:
    • Primaria da 64 MP f/1,8 Eis PDAF 
    • ultra grandangolare da 8 MP: f/2.2
    • macro 2 MP f/2.4
    • Anteriore: 16 MP: f/2.1

Partiamo col dire che la scelta della fotocamera migliore è caduta sul Pro Plus, su questo modello è stata montata la classica 64Mp che abbiamo già provato su altri modelli della stessa casa, la resa con luce ottimale è più che discreta mentre cala vistosamente al calare della luminosità, soprattutto nelle foto in notturna si nota molto rumore digitale, non so se dipenda dall’elaborazione, idem nel video, con poca luce l’immagine appare piuttosto sgranata, nel complesso una cam discreta.

AUTONOMIA E RICEZIONE REALME 9 PRO 5G : Voto 9.0

La batteria non removibile inserita in Realme 9 Pro 5G ha una capacità di ben 5.000 mAh, con un supporto a ricarica rapida fino a 33W, che permette di ricaricare completamente lo smartphone in circa un ora e 15 minuti.

L’autonomia del terminale è uno dei punti davvero a favore che può vantare e ci permette di coprire ben oltre una giornata stress senza minimamente preoccuparci di ricaricare lo smartphone, il tutto in peso e dimensioni non da battery phone. 

Questo ottimo risultato è frutto di una serie di scelte da parte della casa madre che se viste nell’ottica di fornire un terminale dotato di un’eccezionale autonomia sono più che azzeccate, come per esempio un processore equilibrato, un display LCD e un Os molto articolato in merito alla gestione del consumo energetico.

La ricezione, sia voce che dati, è ottima, e ci permette di effettuare telefonate e di utilizzare notifiche senza affanno, superando senza problemi il nostro classico test “ ufficio bunker “. Pensiamo che migliori tanto la connettività la scelta dei materiali plastici e non vetro / metallo, che anche se più nobili inibiscono la potenza del segnale.

CONSIDERAZIONI FINALI E RAPPORTO QUALITA’ PREZZO REALME 9 PRO 5G : Voto 8.0

Realme 9 Pro 5G è disponibile sul mercato italiano al netto di offerte e promozioni al  prezzo di :

  • Versione 6/128 Gb Euro 329
  • Versione 8/128 Gb Euro 349

Un prezzo che come valore assoluto può rispecchiare le buone qualità dello smartphone, ma che si va direttamente a confrontare con competitor agguerriti, anche in casa.

È un terminale concreto e solido, dotato di un’autonomia eccezionale, un buon hardware e un comparto cam consolidato capace di catturare immagini di qualità sia di giorno che con condizioni di luminosità non ottimali. Inoltre è costruito con cura e ha un software affidabile e completo.

La colorazione Sunrise Blue potrebbe renderlo appetibile ad un pubblico più bizzarro e modaiolo, mentre le altre due colorazioni ( green e black ) risultano più eleganti e meno sfarzose, seppure ambedue con un effetto glitter.

Realme 9 Pro 5G è quindi uno smartphone buono in tutte le sue tipologie di utilizzo, ma che si va a scontrare con dispositivi che con cifre uguali o poco superiori offrono display AMOLED o OLED e prestazioni del tutto similari se non superiori.

Inoltre soffre tremendamente della concorrenza interna del fratello maggiore Realme 9 Pro Plus, che con poco più di 70 Euro aggiuntive offre un comparto cam migliore, un display AMOLED anche se 90 Hz ed un processore MediaTek più prestante.

Detto ciò, non dobbiamo dimenticare che comunque si tratta di un device concreto ed affidabile, che quindi ci sentiamo di consigliare a tutti coloro che necessitano di un dispositivo da utilizzare quotidianamente senza pensieri, dotato di un’autonomia eccezionale, un ampio e buon display ed un software maturo e collaudato.

Siamo convinti che Realme proporrà delle offerte flash o comunque promozioni in grado di rendere ancora più appetibile questo 9 Pro 5G, che con un riposizionamento di prezzo può risultare uno dei tanti best seller ai quali la casa madre ci ha piacevolmente abituati.

Lascia un commento