Come ben sappiamo Apple è solita sostituire gli iPhone in garanzia con quelli rigenerati, un tribunale danese ha stabilito che questa pratica non è equa dato che i pezzi all’interno del sostituto, anche se ugualmente funzionanti, non sono nuovi e potrebbero avere una durata minore, inoltre si afferma che il valore dei 2 smartphone non è il medesimo, essendo il secondo un terminale comunque di seconda mano.

La sentenza riguarda il caso di un acquirente danese che nel 2011 acquistò un iPhone 4, l’anno dopo gli fu sostituito in garanzia con uno “nuovo”, salvo poi scoprire che si trattava di un rigenerato, un caso simile ha portato ad una class action negli U.S.A., Apple potrebbe ricorrere in appello dato che, a detta loro, possono certificare che i pezzi rigenerati sono funzionali come quelli nuovi.

Cosa ne pensate ?