Il reCAPTCHA di Google si è evoluto, da un testo distorto ai numeri delle strade, da tickbox “Non sono un robot” al più di recente sistema invisibile, l’azienda sta ora portando il suo programma di bot-combat su Android.

La versione mobile verrà lanciata come Invisible reCAPTCHA, i siti web potranno dirci automatico se siamo o meno bot, una buona notizia dal momento che trattare con CAPTCHA su piccoli schermi è una specie di incubo infinito. Potrebbe però succedere che alcuni siti richiedano comunque l’inserimento di un CAPTCHA, a seguito di una valutazione di rischio BOT fatta dal gestore del sito stesso, ma sarà finalmente ottimizzato per il mobile.

Invisible reCAPTCHA utilizza l’apprendimento macchina e analisi del rischio avanzate per determinare se un visitatore è un bot o un essere umano senza interfacciarsi direttamente con l’utenti, il sistema analizza l’indirizzo IP e come si allinea con il sito web per effettuare le proprie valutazioni.

L’API Android reCAPTCHA, parte di Google Play Services, è inclusa in Google SafetyNet, gli sviluppatori saranno in grado di eseguire certificazioni di periferiche e utenti nella stessa API per una mitigazione più razionale dei rischi per la sicurezza.

Android API è disponibile per gli sviluppatori ora, mentre la versione per iOS ancora non è stata resa disponibile, anche se pare essere proprio dietro l’angolo.

Load More Related Articles
Load More By Andrea Galassi
Load More In Android

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

LG V30 sottilissimo con schermo OLED

Mancano poco più di due settimane alla presentazione ufficiale, prevista nell’ambito…